A- A+
MediaTech
E alla fine anche in Italia arriverà il drone journalism

Se site a Roma, alzate lo sguardo: potreste vedere volare un drone'. Un FlyNovex, della società romana FlyTop ha infatti ottenuto (ed è la prima volta che succede nella Capitale) l'autorizzazione ufficiale delle Enac.  Un volo dimostrativo che verrà effettuato in occasione della conferenza sul ''drone journalism'', primo appuntamento del ciclo Roma Drone Conference organizzato dall'associazione Ifimedia e da Mediarkè. 

Un giornlismo fatto con i droni? Possibile? Possibile. FlyNovex è dotato di 6 rotori, ha un diametro di 120 cm ed un'altezza di 45 cm, con un peso complessivo di circa 7 kg. E' dotato di un carrello (che ruota insieme alla telecamera) e di un paracadute. Ha un'autonomia di volo di circa 20 minuti. E' stato progettato per effettuare missioni anche in modalità automatica e può trasportare una fotocamera o una videocamera ad alta risoluzione o vari tipi di sensori. 

Le sue applicazioni vanno dalle riprese tv al giornalismo, dall'osservazione del territorio alla sorveglianza di grandi impianti fino agli impieghi nel settore della sicurezza. ''Siamo lieti di ospitare il primo volo di un drone su Roma autorizzato dall'Enac'', ha dichiarato Luciano Castro, presidente di Roma Drone Conference. ''Questo volo dimostrerà che è possibile utilizzare questi mezzi in aree critiche come una metropoli, nel pieno rispetto delle norme in vigore. La coincidenza con la nostra conferenza sul 'drone journalism' consentirà di mostrare a numerosi giornalisti ed operatori dei mass media l'utilità di questi aeromobili telecomandati anche per le attività giornalistiche''. 

Negli Stati Uniti c'è chi sta progettando e insegnando l'ulizzo dei droni nel giornalismo da tre anni. Matt Wait è un professore dell'Università del Nebraska e ha fondato il Drone Journalism Lab nel novembre del 2011. Studenti e docenti costruiscono piattaforme droni e studiano le questioni etiche e legali connesse all'uso dei droni nel giornalismo. Wait è convinto che i droni rappresentino una "piattaforma aerea" ideale per i giornalisti. Chissà, forse tra qualche anno si insegnerà l'uso dei droni anche nei master italiani per l'accesso allo professione. Un'orizzonte lontano? Non troppo se si considera la velocità con la quale il giornalismo sta cambiando. Fino  a pochissimi anni fa, le scuole scambiavano internet per una bestemmia. E l'esame scritto dell'Ordine si faceva con la macchina per scrivere fino al 2008.

Tags:
drone journalismdroneinnovazionegiornalismo
in evidenza
Formazione continua e lavoro Ecco come superare il mismatch

La visione di Fondo For.Te.

Formazione continua e lavoro
Ecco come superare il mismatch


in vetrina
Grandi Stazioni Retail, allestito a Milano Sensation on Ice

Grandi Stazioni Retail, allestito a Milano Sensation on Ice


motori
Opel: presenta la Astra Collection

Opel: presenta la Astra Collection

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.