A- A+
MediaTech
Google a caccia di bug: premi più ricchi agli hacker

Campagna acquisti in casa Google. Stavolta però Brin e Page non sono a caccia di nuovi manager, ma chiedono l'aiuto degli hacker. Big G ha ampliato il programma Pwnium, che permette a chi scopra una falla in Google Chrome di ricevere una ricompensa.  

Il meccanismo non è nuovo. Molti grandi gruppi, a partire da Facebook, mettono una taglia sui bug. Adesso però il bottino dei cacciatori si fa più ricco. Google promette ricompense che vanno dai 500 ai 50 mila dollari. Un bel gruzzolo che punta a portare dalla propria parte gli hacker che, scoperto il bug, potrebbero fare seri danni. 

Non solo: il serbatoio da cui attingere è stato ampliato. A quanto? Sul blog di Google si legge "all'infinito". I soldi non sono un problema. Tutti possono potenzialmente ricevere la ricompensa. Sono però esclusi i residenti nei Paesi oggetto di sanzioni: Iran, Cuba, Sudan e Nord Corea.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
googlebuggoogle chrome
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.