A- A+
MediaTech
Isis, la ragazza che Facebook ha scambiato per terrorista

Facebook e Twitter, in questi giorni, hanno mostrato grande attenzione per gli account pro-Isis. I pochi rimasti in circolazione sono stati chiusi. Nel caos, ne ha fatto le spese anche un ragazza americana. La sua colpa? Quella di chiamarsi Isis.

Facebook ha infatti chiuso il profilo Facebook di Isis Anchalee. L'ingegnere non è nuova sulla scena social. Era stata la principale animatrice dell'hashtg #iLookLikeAnEngineer, una campagna contro lo stereotipo sessista che vede le ingnere come occhialute bruttine. Non era certo il caso della bella Isis.

Chiuso Facebook, restava solo Twitter per comunicare. A quanto pare, all'inizio non era bastato neppure trasmettere il passaporto.

Poi, dopo qualche ora, arriva la risposta con lieto fine. Profilo Facebook riattivato.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
isisfacebooksocial networkisis anchalee
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.