A- A+
MediaTech
Kim Dotcom, ascesa e rovina di un pirata

Kim Dotcom, all'anagrafe Kim Schmitz, è diventato famoso per due cose: essere il fondatore del sito di file-sharing Megaupload.com e per aver vissuto da nababbo. Adesso non ha né l'uno né l'altro. Megaupload è stato chiuso e l'accusa di frode fiscale da 170 milioni di dollari ha prosciugato le sue un tempo capienti tasche.

Niente più jet privato. Niente elicottero e collezione di Rolls Royce. Kim Dotcom ha comprato qualche mese di libertà pagando una cauzione da dieci milioni. Ma adesso i soldi non ci sono più. E Schmitz potrebbe tornare in prigione. Con il rischio che la Nuova Zelanda, Paese nel quale risiede, accolga la richiesta di estradizione degli Stati Uniti.

Dotcom lancia l'allarme. "Sono in rovina e potrei finire in prigione". Il fondatore di Megaupload sostiene che l'errore più grande non sia stata la frode ma la discesa in politica. Aveva infatti creato "Il partito di Internet", ignorato dagli elettori neozelandesi e preso di mira dagli avversari politici. La dura campagna elettorale sarebbe stata la causa del disastro. "Un tempo avevo molti sostenito, ma i miei avversari politici mi hanno fatto apparire come un nazista". E la rete, che tanto si era mobilitata all'inizio, adesso ha voltato le spalle a uno dei profeti del file-sharing.

Tags:
kim dotcomehackermegaupload
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.