A- A+
MediaTech
Matteo Bellomo, VP eCommerce Alkemy: ecco com'è cambiato l'eCommerce
Matteo Bellomo, VP eCommerce Alkemy: per sfruttare al meglio il potenziale di vendita online si deve far leva sia sui canali diretti come l’eCommerce di brand sia sui grandi retailer online.

Matteo Bellomo, VP eCommerce Alkemy: ecco com'è cambiato l'eCommerce. L'intervista 

 

L'eCommerce è cambiato e le aziende che vogliono vendere online con pieno successo devono avere la capacità di adattarsi in tempi brevi. La vera novità consiste nel saper sfruttare in maniera completa ogni canale disponibile online: i grandi marketplace per i volumi di vendita e i negozi online di proprietà per creare un legame diretto con il proprio consumatore.

 

 

Anche i brand famosi oggi devono passare dai giganti come Amazon per vendere online?

 

 

«I brand, che avevano bypassato la distribuzione con l'eCommerce, oggi si trovano a dover fare i conti anche online con la distribuzione intermediata: i player globali come Ebay, Amazon, Alibaba, e anche nel lusso Harvey Nichols o Farfetch, sono canali distributivi obbligati se si vuole vendere online. Il 70% delle vendite online avviene ormai attraverso queste piattaforme, il restante 30% sul sito di eCommerce dello stesso brand. Ma quel 30% ha un valore strategico molto più rilevante rispetto al 70% venduto attraverso i vari marketplace». 

 

Com'è possibile che il 30% delle vendite sia più strategico del 70%?

 


«Perché l’elemento strategico per ogni azienda è conoscere i propri clienti.
Vendere su Amazon, Ebay o Farfetch permette di presidiare un importante canale di vendita ma senza avere completo accesso ai dati sui clienti, come le loro caratteristiche e le loro abitudini di acquisto. Per le grandi piattaforme i dati dei clienti sono informazioni preziosissime, che non condividono facilmente.
L’eCommerce tradizionale, quello che avviene attraverso il sito di eCommerce del brand, cambia totalmente ruolo: da luogo in cui il brand sfruttava il canale per crescere con le vendite online, a strumento diretto per entrare in contatto con il cliente.
Il sito di brand consente di testare nuovi prodotti prima di lanciarli sul canale fisico, oppure di sofisticare le politiche di pricing. Il che è fondamentale per essere in grado, per esempio, di anticipare i bisogni dei propri clienti.
Inoltre riesco a verificare l’efficacia delle attività di comunicazione tradizionali, monitorando su base giornaliera l’andamento delle vendite e come queste vengono direttamente influenzate da queste attività». 

 

 

Quale supporto date alle aziende italiane per affrontare la sfida delle vendite online?

 

 

«In Alkemy aiutiamo i nostri clienti sia a gestire in maniera corretta tutti i diversi canali di vendita online sia in Italia che all’estero, sia nel lanciare e gestire un proprio sito di eCommerce. Abbiamo però un approccio che va al di là dei puri aspetti tecnici, partiamo dalla consapevolezza dell'importanza di una relazione diretta con il cliente finale, per costruire una comprensione profonda delle sue esigenze e del suo percorso d'acquisto».

 

 

C'è consapevolezza di questo cambiamento nelle imprese italiane?

 


«Non molto, c'è ancora chi lancia il proprio negozio online con l’idea di utilizzarlo come principale canale di vendita. I grandi retailer online sono ormai fondamentali. Così come i brand con logiche di trade marketing massimizzano le loro opportunità di vendita negli store fisici dei retailer, oggi va applicata la stessa logica alle vendite online. Ci si deve chiedere com'è posizionato il proprio prodotto nella vetrina digitale e quali sono le azioni da implementare per migliorarne il potenziale di vendita». 

 

 

Alibaba è la porta giusta per accedere al mercato cinese?

 


«Certo: per entrare nei mercati asiatici è fondamentale sfruttare il potenziale dei grandi player locali. Infatti, Alkemy supporta le aziende in questo percorso, occupandosi sia della definizione del potenziale di ogni specifico mercato, sia nell’avviamento del modello operativo sottostante». 

Tags:
matteo bellomoalkemyalkemy ecommercematteo bellomo alkemy ecommerce
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.