A- A+
MediaTech
Mediaset, ultimatum a Sky: oscureremo i canali sul satellite

Da possibili soci a nemici giurati. Mediaset potrebbe presto criptare i propri canali sul satellite. Tradotto: non saranno più visibili con la parabola. Una strada già scelta (con buoni risultati) dalla Rai, cui l'Agcom ha riconosciuto le “retransmission fees”, cioè l'obolo che Sky deve a viale Mazzini per trasmettere via satellite i programmi del servizio pubblico.

L'ipotesi di criptare i canali Mediaset per renderli visibili solo su digitale terrestre è venuta fuori lo scorso luglio. Il Biscione aveva chiesto: perché alla Rai si riconoscono le retransmission fees e a Mediaset no? La risposta è arrivata dall'Agcom: “Eventuali pretese di retransmission fee da parte di emittenti televisive commerciali nulla avrebbero a che fare con i contenuti e le finalità dell’odierna decisione e della delibera 128/15/CONS”. In altre parole: la Rai ha diritto ad essere rimborsata in virtù del suo essere servizio pubblico. Il principio che assicurerebbe un riconoscimento economico a Mediaset sarebbe quindi un altro. Il proposito di criptare i canali, quindi, è rivolto propria a Sky. Che in questo modo viene “invitato” a sedersi a un tavolo per trattare. La novità rispetto a luglio starebbe in una data puntuale: dal 7 settembre Mediaset è pronta a oscurare i propri canali.

Senza l'appoggio dell'Agcom, Mediaset non parte certo da una posizione di forza. Tutt'altro: criptare significa perdere una fetta di ascolto (e quindi di introiti pubblicitari). Al contrario Sky non sembra preoccupato: l'utilizzo liquido di digitale e satellite è sempre più frequente. La società di Rupert Murdoch potrebbe quindi essere disposta a rinunciare ai canali Mediaset.

Tags:
mediasetskyagcomsatellite
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.