A- A+
MediaTech
Ore 14, bimba morta di stenti: povera Pifferi in mano a tanti pifferai

Rai 2, il direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino ospite a Ore 14

Il direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino è stato ospite oggi, martedì 27 febbraio, del programma “Ore 14” condotto da Milo Infante su Rai 2. 

Tanti i temi di attualità trattati, così come gli episodi di cronaca affrontati. A iniziare dal tragico femminicidio a Lucca di Maria Ferreira, accoltellata a morte dal marito Vittorio Pescaglini a un passo dalla separazione in Comune e dopo ripetute minacce, tali per cui la donna si era rivolta a un consultorio e aveva ottenuto un divieto di avvicinamento. “Di solito il sistema rivolge le sue attenzioni sulla vittima – ha commentato il direttore di Affaritaliani.it - Ci vorrebbe una rivoluzione di metodo: inseguire l’aggressore, che in questo caso aveva manifestato segnali ripetuti di pericolosità sociale. Bisognava intervenire su di lui, non su di lei, mettergli addosso i carabinieri, pedinarlo…”. E ancora: “Il problema è la solita filosofia del sistema, del paternalismo. Per questo non si va oltre la scaramuccia tra moglie e marito, non si indaga nella dinamica di una coppia…”.

GUARDA L'INTERVENTO DEL DIRETTORE PERRINO A "ORE 14"

 

 

Si è poi tornati sul duplice femminicidio di Cisterna di Latina, in cui sono morte Nicoletta Zomparelli e Renèe Amato per mano del finanziere Christian Sodano. “La sua identità come uomo delle forze dell’ordine non compare mai – ha commentato il direttore Perrino - Forse non si era mai accorto di essere un uomo in divisa? E poi, nessuno si era mai accorto della sua personalità da ‘schizofrenico’, da ‘dissociato’? È chiaro che questi corpi devono accrescere i controlli al proprio interno”.

Infine si è dibattuto del processo ad Alessia Pifferi, imputata per l’omicidio della figlia Diana, di 18 mesi, lasciata morire di stenti. “E’ un caso psichiatrico, non un processo normale basato su fatti e testimonianze – ha dichiarato il direttore Perrino – Ritengo che bisogna entrare nella mente della Pifferi. Finora, e mi riferisco anche alle due psicologhe indagate, sono stati in troppi o forse in troppo pochi a farlo”. E ancora: “E' un processo che sicuramente non si concluderà in primo grado, ma che andrà avanti anche in appello e in Cassazione. Di base c'è un errore di prospettiva: non si può giudicare il mistero della mente di una persona disturbata con una logica filosofica… è evidente che la Pifferi non ci sta con la testa”.

LEGGI ANCHE: Caso Pifferi, la perizia: "Capace di intendere e di volere"






in evidenza
Impennate in moto e nozze con l'assassino, Perrino a Ore 14: "Siamo nella società dello spettacolo"

L'intervento del direttore di Affari

Impennate in moto e nozze con l'assassino, Perrino a Ore 14: "Siamo nella società dello spettacolo"


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Mercedes-Benz arriva la gamma Van con innovazioni Hi-Tech

Mercedes-Benz arriva la gamma Van con innovazioni Hi-Tech

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.