A- A+
MediaTech
Piero Sansonetti e le crociate perse
Foto: LaPresse

L’altra sera Piero Sansonetti a Quarta Repubblica (Rete 4) sembrava non azzeccarne una: appena si apriva una tematica o un discorso interessante l’ex direttore de Il Dubbio esternava cose poco congruenti sul dibattito in corso, salvo lanciarsi poi in intemerate assai poco condivise sulla “cultura Rom” infilzato prontamente da Filippo Facci che su questo tema, come noto, la pensa molto diversamente.

Il punto però non è questo e ci mancherebbe: ognuno ha le proprie idee, una volta si sarebbe detto convinzioni sociali che poi sono anche politiche, ma le battaglie di nicchia, in questo particolare momento storico, rischiano di produrre, per la nota eterogenesi dei fini, esiti del tutto opposti a quelli auspicati.

E così, il contradditorio tra Sansonetti e Facci è stato percepito dal pubblico e dai telespettatori l’ennesima riproposizione tra una il buon senso e l’eclettismo intellettuale ai limiti della provocazione gratuita. Atteggiamento questo, si badi bene, che è stato ed è il principale combustibile ideologico del populismo sovranista.

Essere radical chic, di questi tempi, è il regalo migliore che si può fare a chi vede proprio nell’élite intellettuali la principale causa dell’attuale degrado mondiale delle condizioni socio - economiche delle classi meno abbienti che conteranno poco, ma votano tutte e in democrazia è un fatto non trascurabile.

Oltretutto, Sansonetti, non solo si è fatto paladino di crociate perse ma lo ha fatto abdicando anche a quel minimo di lucidità intellettuale che permette di “stare sul pezzo” del ritmo incessante del dibattito televisivo. L’ex direttore sembrava un pugile suonato che non riusciva aa stare sul ring, peraltro incalzato sadicamente da un Facci che non ha perso l’occasione di vincere facile su un avversario in debito di riflessi.

Sansonetti probabilmente sta ancora cercando di riprendersi dal recente e traumatico addio a Il Dubbio, il quotidiano degli avvocati, pagando una linea editoriale troppo inutilmente rancorosa ed aggressiva nei confronti del governo giallo - verde e troppo schierata a favore di una sinistra elitaria e lontana dalla realtà fattuale, ma dovrebbe evitare di andare in Tv in questo periodo di “convalescenza”.

Commenti
    Tags:
    piero sansonettiil dubbioquarta repubblica
    in evidenza
    Leotta, indiscrezione clamorosa "Pare che Diletta non ha..."

    Bomba sul suo futuro

    Leotta, indiscrezione clamorosa
    "Pare che Diletta non ha..."

    i più visti
    in vetrina
    Vip in vacanza 2021, ecco le mete più ambite, da Ibiza alla Tanzania

    Vip in vacanza 2021, ecco le mete più ambite, da Ibiza alla Tanzania


    casa, immobiliare
    motori
    Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

    Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.