A- A+
MediaTech
Pubblicità, mercato italiano in crescita fino al 2,4%

Pubblicità, mercato italiano in crescita fino al 2,4%

Il mercato pubblicitario in Italia chiuderà il 2023 con una crescita della spesa compresa tra +1,8% e +2,4% rispetto al 2022, secondo le nuove stime del Media Hub di UNA. I dati sono in deciso miglioramento rispetto alle previsioni espresse lo scorso ottobre, quando la stima 2023 recitava -1%.

“L’anno è partito molto bene”, ha spiegato in apertura Davide Arduini, presidente dell’associazione che raggruppa gli attori del mondo della comunicazione, “ma bisogna essere prudenti perché gli elementi di incertezza nello scenario restano, le sfide d'autunno potrebbero pesare sul quarto trimestre, che è il più importante in termini di investimenti”.

LEGGI ANCHE: Libero, Capezzone nuovo direttore editoriale. Per lui anche un'altra sorpresa

Di qui la scelta da parte di UNA di definire un double scenario, ovvero una stima a forbice che proietta un mercato a 8,9 miliardi di euro con una crescita pari al +2,4% rispetto al 2022 nello scenario migliore, e una crescita del +1,8% con un mercato a 8,8 miliardi di euro nel peggior scenario.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
digitalepubblicitàradiotv





in evidenza
Affari in rete

Politica

Affari in rete


in vetrina
Il miele italiano sta scomparendo: il clima pazzo manda in crisi le api

Il miele italiano sta scomparendo: il clima pazzo manda in crisi le api


motori
La nuova CUPRA Formentor: l’evoluzione del successo nel segmento SUV coupé

La nuova CUPRA Formentor: l’evoluzione del successo nel segmento SUV coupé

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.