A- A+
MediaTech
Rai, Fazio utile alla causa di Salvini? E oggi in cda arrivano nuove nomine

Le nomine Rai, che molta stampa ritiene rinviate a dopo le Europee, potrebbero essere invece giunte a un importante punto di svolta. Nel cda previsto per oggi, affari ha saputo e annunciato in anteprima che vi sarebbero state per l'appunto nuove nomine "corporate" per migliorare il funzionamento della struttura. Bocciata inoltre come "fantasia" da Viale Mazzini l'indiscrezione di certi giornali secondo i quali le assegnazioni dei nuovi incarichi sarebbero posticipate a dopo il 26 maggio prossimo, quando si andrà alle urne per rinnovare l'Europarlamento. 

Le nomine uscite oggi dal cda sono quella di Alberto Matassino, già membro dello staff di Salini, nominato direttore generale; Roberto Nepote indicato alle redini della direzione Marketing; Marcello Ciannamea al coordinamento editoriale palinsesti tv; Mario Orfeo – ex direttore del Tg1 ed ex direttore generale della Rai prima dell’arrivo a Viale Mazzini di Fabrizio Salini – dirigerà invece la partecipata Rai Way. Nel frattempo, sboccia una teoria riguardante la questione Che Tempo che Fa. Una situazione che lascia spesso sbalorditi, con Fabio Fazio che, settimanalmente, confeziona e ammannisce puntate più o meno interamente dedicate all'antisalvinismo, con ospiti nemici e detrattori del Vicepremier leghista chiamati a disquisire su tematiche che riguardano perlopiù le questioni migratorie. Ci si domanda spesso dove sia Teresa De Santis e se Salvini non sia adirato per questa campagna a lui contraria che si dipana ogni domenica sull'Ammiraglia Rai in prima serata. Secondo una interessante teoria "complottista", il Ministro dell'Interno sarebbe invece segretamente galvanizzato dagli attacchi più o meno diretti di Fazio e dalla posizione non esattamente favorevole di Rai1 nei suoi confronti, poiché essi otterrebbero l'effetto opposto finendo per favorirlo.

Sulla scia di "tanti nemici tanto onore", frase con la quale corredò un nostro articolo la scorsa estate (clicca qui per leggere), Salvini profiterrebbe dunque della crociata di Fazio contro di lui per acquisire consenso. Vera questa ipotesi o i direttori e i vertici Rai, fra l'incudine e il martello degli equilibri delicati di un'alleanza di governo fra due effettivi avversari quali la Lega e il M5s, sono parsi finora avere le mani legate e navigare a vista in attesa delle forse risolutive elezioni Europee che molti danno come chiodo sulla bara del governo Lega-M5s. Muterà qualcosa con le nomine di oggi che dovrebbero preludere ed essere propedetiche a quelle, attesissime, delle nove vicedirezioni? 

Tags:
rainomine raifabrizio salinimatteo salvinifabio fazioche tempo che fateresa de santis
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.