A- A+
MediaTech
Mondadori acquista Rcs Libri. Operazione da 127,5 milioni

Nasce il più grande editore di libri in Italia, con ricavi per oltre mezzo miliardo di euro e una fetta del 35% del mercato dei libri. Dopo nove mesi di corteggiamento la Mondadori, guidata dalla presidente Marina Berlusconi, è riuscita a comprarsi per 127,5 milioni di euro tutta la divisione libri del concorrente Rcs, il gruppo che edita il Corriere della Sera.

Nella tarda serata di domenica è arrivata la firma con cui la Mondadori (che in pancia ha già Einaudi, Piemme, Sperling & Kupfer, Frassinelli ed Electa) si porterà a casa una serie di marchi prestigiosi. Oltre a Rizzoli e Rizzoli International Pubblications, Rcs possiede le case Bompiani, Marsilio, Fabbri, Bur, Sonzogno, Etas e tutta la divisione education. Più un portafoglio di autori di tutto rispetto: Umberto Eco, Andrea De Carlo, Michel Houllebecq. Resta invece fuori il 58% di Adelphi Edizioni che Rcs cederà al socio Roberto Calasso. In base all’accordo Corriere e Gazzetta dello Sport continueranno ad esercitare attività editoriale sui libri collaterali.

I 127,5 milioni, messi sul piatto dalla Mondadori, serviranno al gruppo, guidato dall’amministratore delegato Pietro Scott Jovane, a ridurre parte del debito (526 milioni alla fine di giugno) e a rinsaldare le basi per il rilancio di Rcs attraverso investimenti nello sviluppo del business e il rafforzamento della struttura finanziaria.  

Con quest’operazione la nuova super-Mondadori si ritroverà ad avere il 35% del mercato dei libri trade (comprati in libreria o sul web) e un po’ meno del 25% nel settore scolastico. Per il nuovo colosso si stima un fatturato superiore ai 500 milioni su un mercato italiano, che nel complesso valeva 1,2 miliardi nel 2014. A dare il via libera all’intesa è stato il consiglio di amministrazione di Rcs e il Cda di Mondadori, riuniti nel tardo pomeriggio. Il pagamento sarà in contanti alla fine dell’operazione che verrà perfezionata a seguito delle autorizzazioni dell’Antitrust. Eventuali rischi di sanzione da parte dell’Antitrust saranno a carico di Mondadori. I team guidati da Ernesto Mauri per Mondadori e Pietro Scott Jovane per Rcs, hanno quindi chiuso il cerchio dopo un negoziato che è in piedi da febbraio. Per Rcs la vendita dei libri rappresenta così la conclusione di un ciclo di risanamento avviato anni fa dall’ad Scott Jovane.  

L’operazione a un prezzo inferiore rispetto alla cifra dei 135 milioni circolata nei giorni scorsi. Ma prevede un meccanismo di aggiustamento del prezzo finale (5 milioni in più o in meno) legato ai risultati di Rcs Libri nel 2015. Non solo. C’è anche un «bonus» per il gruppo Rcs, che scatterà nel 2017, sempre legato ai risultati aziendali e fissato in 2,5 milioni.

Tags:
rcsmondadorilibri
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.