A- A+
MediaTech
Roma, nasce il primo coinbar di criptovalute

Mentre il Bitcoin, la criptovaluta più famosa del mondo,  sta tornando stabilmente sopra la quotazione dei 10000 dollari, nasce in Italia, a Roma il primo innovvativo progetto di luogo fisico dedicato alle criptovalute alla blockchain. Il progetto, che si chiama Coinbar, nasce da una cordata di sette imprenditori e professionisti attivi nel settore digitale da anni. In parole povere si tratta del primo caso di exchange ( piattaforma dove e possibile scambiare criptovalute) che non è esclusivamente online ma ha anche un luogo fisico, dove incontrarsi scambiarsi opinioni e consigli su tutto ciò che riguarda il mondo criptovalute. Il fulcro del business è sicuramente la piattaforma online che, dopo aver superato una lunga gestazione, con ottenimento di tutte le autorizzazioni del caso, sta terminando la sua fase “beta” (ma è gia possibile registrarsi) ma è ormai pronta per aprirsi a chi desidera cimentarsi con gli investimenti in criptovalute. 

Come detto si tratta di un exchange a tutti gli effetti (la piattaforma pare disegnata in maniera chiara, precisa e di facile fruibilità) dove è possibile fare trading su un paniere, per ora limitato di criptovalute ( Bitcoin Ethereum e Ripple) ma presto si potranno scambiare altre criptovalute. Oltre alla piattaforma online come detto la vera rivoluzione del progetto consiste nella possibilità di avere un locale fisico, appunto il CoinBar, dove potere ricevere non solo assistenza sulla piattaforma, ma anche vivere una esperienza di condivisione con altri utenti e con chi comunque si è già avvicinato o vuole iniziare ad avvicinarsi al mondo delle criptovalute e della blockchain. Oltre a infondere maggiore fiducia negli scettici, l’obiettivo è quello di creare un luogo nel quale poter effettivamente usare le cryptovalute tutti i giorni. “Il nostro obiettivo non è listare tantissime criptovalute o ad esempio competere con Binance”afferma Antonello Cugusi, ceo e fondatore del progetto “bensì diventare un “Coinbase italiano”, ovvero una porta affidabile di entrata e uscita dal mercato attraverso lo scambio fiat/cripto”  Per arrivare fino a qui Cugusi e gli altri soici del progetto hanno dovuto fare molta strada e superare molti ostacoli, oltre ad un ingente investimento monetario. 

La piattaforma trading di Coinbar è stata progettata con il supporto di sviluppatori statunitensi e abbiamo raggiunto accordi con alcuni tra gli exchange più importanti del mercato delle criptovalute come ad es. Kraken, Bitfinex e Bitstamp per la condivisione della liquidità. Ma tanti sforzi alla fine sembrano essere stati premiati, considerando che molti investitori hanno già manifestato interesse verso il progetto, che mira a fare di CoinBar un punto di riferimento per tutti gli operatori del settore non solo in Italia. Come afferma ancora il brillante fondatore romano “Noi puntiamo a creare una community di utenti dove si possano sviluppare percorsi di formazione e nuove idee al fine di diffondere la passione per l’argomento”. Da segnakare poi che per arrivare ad avere una piattaforma il più sicura e trasparente possibile, che in questo settore appare ancora una esigenza non certo trascurabile, il team ha potuto contare su partnership molto importanti, come la società di consulenza Coinlex per tutta la parte legale o la società francese Ledger, per quanto riguarda la sicurezza delle valute virtuali. Obiettivo ambizioeso è quello di allargare sempre più, anche a livello internazionale, non solo la platea degli utenti, ma anche di pari passo quella dei coinbar fisici, che saranno ceduti in frachising. I coinbar saranno ovviamente dotati di strumenti ad  hoc per accettare chiaramente pagamenti in monete digitali. La prima apertura è prevista entro fine Settembre 2019 nel centro di Roma.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coinbarcriptovaluteroma
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.