A- A+
MediaTech

Franco Siddi, segretario generale FNSI (Federazione Nazionale della Stampa Italiana), ha scelto Affaritaliani.it per dare l'estremo saluto a Giorgio Santerini e fare un bilancio della sua attività politica, sindacale e professionale. "Santerini ha molto da insegnare ai giovani", ha detto Siddi. "E' stato un grande protagonista della vita pubblica, civile, sindacale e professionale, dei giornalisti in particolare. Chi ha lavorato con lui per la dignità, autonomia e libertà dei giornalisti, bene a cui ha orientato tutta la sua attività sindacale, porta in sè qualcosa, è in qualche modo suo erede". E ancora: "Per Santerini la dignità della persona è fondamentale, ma quella dell'organizzazione lo è quasi di più, o comunque almeno in pari livello. Offendere l'organizzazione che rappresenta è l'offesa più grande per lui. Si può discutere politicamente, ma non si può ledere la dignità dell'organizzazione. Il sindacato per lui è la prima casa".

Giorgio Santerini vive in prima fila gli anni in cui cambiano profondamente il giornalismo e il mercato del lavoro: "Si evidenzia la sfrangiatura: da un lato la grande disponibilità sul mercato di giornalisti col tesserino e dall'altro la diminuzione dei posti di lavoro. E allo stesso tempo non ci sono più certezze e ancoraggi contrattuali, perché il sistema non li regge più.  Santerini affronta questo che lui chiama 'industrialismo'. Oggi diremmo 'finanziarismo'. Che cosa capita oggi nell'editoria? C'è una crisi influenzata sì da quella generale, ma anche da altri fattori: stabilito che quella editoriale per gran parte degli editori è oggi un'industria qualsiasi e affermatasi a livello imprenditoriale l'idea che l'impresa si fa con una gestione industriale efficiente, ma soprattutto stando attenti ai dati della finanza, va a finire che ci si perde di vista. Ecco allora che Rcs fa dei buoni giornali e dei buoni periodici, ma diventano preminenti gli investimenti immobiliari o le acquisizioni non ben meditate come quella spagnola...Tutto questo si vedeva da allora. E Giorgio lo pone da allora alla categoria, lasciandolo nel disegno testamentario sindacale del congresso che lui chiude nel 1996".

 

Guarda la videointervista del direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino a Franco Siddi, segretario della Federazione Nazionale Stampa Italiana

video franco siddi

 

 

 

di Angelo Maria Perrino

Saluto l'amico fraterno Giorgio, filosofo,bravo collega (splendido il suo libro sulla strage di Brescia, scritto con Achille Lega) e bravo sindacalista, sia da presidente della Lombarda che da segretario della Fnsi, con questa video-intervista fatta in una delle sue ultime uscite pubbliche, quando già era sofferente e mangiato dal tumore. Era venuto a trovarmi, rinnovandomi così il grande affetto e la grande stima che ci scambiavamo da trent'anni. E aveva accettato di raccontarsi come mai aveva fatto, rispondendo alle domande dei miei giovani redattori, tutti attenti, tutti colpiti dal carisma e dall'eloquio di quel collega alto quasi due metri e cosi profondo e penetrante nei suoi concetti, nei suoi giudizi, nei suoi consigli.

giorgio santerini 500 (1)FOTO - Le immagini di Angelo Maria Perrino

 

Il destino ha voluto che Giorgio Santerini morisse il giorno dello sciopero del Corriere, il suo Corriere, quello che, come racconta nello straordinario testamento professionale e morale che ci aveva consegnato venendo qui nella redazine, lo aveva messo alla porta mortificandolo. E lui ne soffriva. Giorgio aveva ereditato da Walter Tobagi la guida della corrente di Stampa Democratica e soprattutto l'amore per un valore che oggi la categoria ha tralasciato o messo tra parentesi, l'autonomia. Dalla politica, dal potere, dal Palazzo. Pagandone un prezzo altissimo, in termini di rispetto e peso, ruolo e credibilità. Giorgio sapeva, ne avevamo parlato tante volte, che Affaritaliani.it è nato e vive proprio per sostenere quella bandiera, il valore dell'autonomia. Per questo ci volevamo bene. E per questo, nel dargli l'estremo saluto, sappiamo che la sua lezione continua.

 

Giorgio Santerini ospite della redazione il 4 ottobre 2011. Aveva interrotto il suo lungo silenzio in una diretta su Affaritaliani.it. GUARDA IL VIDEO

video diretta 030911 1

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giorgio santerinisiddifnsistampa democratica
in evidenza
Ciclone al Sud, sole al Nord Il meteo divide l'Italia in due

Come sarà il weekend

Ciclone al Sud, sole al Nord
Il meteo divide l'Italia in due

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni

Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.