A- A+
MediaTech
Twitter, il nuovo uccellino di Musk sarà a pagamento: come cambia il social
Elon Musk Twitter

Elon Musk compra Twitter. Come cambierà il social network? 

Alla fine è successo, Musk ha comprato Twitter. Dopo mesi di turbolenze, la trattativa (che era finita addirittura in tribunale) si è finalmente conclusa. Mr Tesla, per far suo il tanto desiderato social network, ha sborsato la modica cifra di 44 miliardi di dollari. Un’inezia (si fa per dire) per l’uomo più ricco del mondo, che nel 2022 ha raggiunto, secondo Forbes, l’immensa fortuna di 222 miliardi di dollari di patrimonio netto. 

Comunque, a dare la notizia è stato lo stesso Elon Musk, con un messaggio criptico, ma ugualmente comprensibile, proprio su Twitter. “The bird is freed” (L’uccello è stato liberato), ha scritto il nuovo proprietario sul social network. Ebbene, l’entrata in scena di Musk è stata tutt’altro che sottotono, facendo capire subito chi comanda ai piani alti della società americana. 

Infatti, a poche ore dal suo arrivo come patron, il tycoon sudafricano ha brutalmente licenziato nella notte ben quattro top manager. Uno su tutti, il Ceo Parag Agrawal. Gli altri silurati sono il Chief financial officer Ned Segal, il Responsabile degli affari legali e della “policy” Vijaya Gadde (colei che decise il ban di Trump) e il General counsel Sean Edgett. E, secondo fonti vicine alla sede di San Francisco, qualcuno di questi sarebbe stato addirittura scortato fuori in tempo reale dalla security. 

Musk ha pescato anche in Italia nella ricerca di investitori. Da quanto si legge sul comunicato, tra gli investitori figura anche la bolognese Unipol, la compagnia assicurativa di radice cooperativa guidata da Carlo Cimbri. 

A pagamento, aperto a ogni opinione e senza censure: come sarà il Twitter di Elon Musk

Ora che Elon Musk si è seduto sul trono del suo nuovo impero mediatico, è chiaro che il social network non rimarrà uguale a prima. Ma quali potrebbero essere i primi importanti cambiamenti? Affaritaliani ha interpellato Gianluigi Bonanomi, esperto di comunicazione digitale

“Al contrario di LinkedIn, il quale si avvale degli account Premium a pagamento, Twitter non ha un modello di business particolarmente redditizio. Per questo, quando Elon Musk diceva che l’operazione non aveva il fine 'di fare soldi' non erano altro che belle parole”, ha commentato Bonanomi

Iscriviti alla newsletter
Tags:
elon musktwitter





in evidenza
La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

Nostalgia Masolin

La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport


in vetrina
Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti


motori
Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.