A- A+
MediaTech
Twitter via dall'Italia: i tagli colpiscono la sede di Milano
Jack Dorsey, ceo di Twitter

Twitter abbandona l'Italia.

La sede italiana rientrerà nel piano di tagli varato da Jack Dorsey. La conferma arriva dall'avvio di una trattativa sindacale che coinvolge i 16 dipendenti degli uffici milanesi, inaugurati nel 2014 sotto la guida di Salvatore Ippolito.

In due anni molto è cambiato. Da social in espansione, Twitter ha dovuto affrontare le difficoltà di bilancio. E si è trovata, di conseguenza, a sostenere forti tagli nella speranza di rendersi più appetibile o pesare meno sul fatturato. La prima speranza (quella della vendita)è andata perduta: Google, Salesforce e Disney si sono fatte avanti ma non hanno concluso l'operazione. Le ombre sull'Italia (sede dove non si fa sviluppo, a differenza di Olanda e Germania) sono arrivate con l'annuncio del taglio di 350 dipendenti, cioè del 9% della forza lavoro globale.

Nel piano di riduzione dei costi è rientrato anche Vine. Il social delle clip video ha annunciato la chiusura dopo il tracollo di utenti, migrati verso Facebook Live e Snapchat.   

Tags:
twittertagli twitterchiusura twittersocial network
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.