A- A+
MediaTech
A Wall Street scatta il "liberi tutti": il titolo Twitter crolla

Liberi tutti. E Twitter crolla. A Wall Street il titolo del social nework subisce una mazza nel giorno del lock-up, il termine oltre il quale gli azionisti della prima ora sono autorizzati a vendere.

Il rompete le righe riguarda quasi 489 milioni di titoli, in mano a manager e dipendenti della società. Twitter cede oltre il 13%, nonostante alcuni investitori, che controllano 205 milioni di titoli, abbiano già fatto sapere di voler mantenere inalterata la propria quota. Un segno di fiducia che però deve fare i conti le aspettative del mercato che, dopo mesi in cui ha pompato il prezzo del comparto tecnologico, adesso si chiede se non stia per scoppiare la più classica delle bolle. Con una aggravante: l'uccellino azzurro, a differenza di Facebook, non ha ancora trovato la sua strada. Se il valore delle azioni dipendesse solo da bilanci e prospettive certe, i titoli dovrebbero andare incontro a una flessione.

 

 

Tags:
twitterwall streetsocial network

i più visti

casa, immobiliare
motori
Lancia firma il suo primo monopattino elettrico

Lancia firma il suo primo monopattino elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.