A- A+
MediaTech
Wsj, crolla la pubblicità: web a pagamento e taglio delle sezioni

Il Wall Street Journal si trasforma per tagliare i costi e reggere al crollo della pubblicità (-21%). Una riorganizzazione che tocca sia la carta che il web, con l'addio ad alcune sezioni e un paywall più rigido. È il quadro che viene fuori da un'intervista a Niemanlab del direttore Gerard Baker.

Cambiamenti profondi, che non risparmiano neppure l'area su cui il giornale fonda la sua fama: Business & Tech e Money & Investing saranno compresse in un'unica sezione: Business & Finance. Altre sezioni saranno convogliate sotto la testatina Life & Arts. È un modo, dice Baker, per allocare risorse su quelle aree, come, per esempio, business, finanza, economia e politica, che “più di tutte caratterizzano il giornale”.

Sul web, “la stragrande maggioranza delle notizie è già collocata dietro il nostro paywall”. Il cambiamento riguarderà l'introduzione di “più parti video, assicurandoci che il sito sia ottimizzato al meglio per il mobile”. Il rapporto con Facebook è ancora di amore e odio. O forse sarebbe meglio definirlo un matrimonio di convenienza. “E’ molto importante per noi – spiega Baker – ma è importante se contribuisce ad aumentare la diffusione più che il traffico”, cioè “se contribuisce alla sottoscrizione di abbonamenti”. Ecco perché “solo una parte molto piccolissima di tutta la nostra produzione di news sarà disponibile su Facebook o altri canali gratuitamente”.

Tags:
wall street journalgiornalismo
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.