A- A+
Medicina
Bayer: con Arvinas una partnership basata sulla tecnologia PROTAC

Bayer ha annunciato una collaborazione con Arvinas, Inc., azienda biofarmaceutica con sede a New Haven, Connecticut. La nuova partnership di ricerca in ambito life science è incentrata unicamente su tutte le potenzialità dell'innovativa tecnologia PROTAC® di Arvinas, che si unisce all'indiscussa esperienza di Bayer nel settore della salute e dell'agricoltura per sviluppare innovazioni che offrano benefici a pazienti e agricoltori.

Arvinas è un'azienda pioniera nell'ambito delle Proteolysis-Targeting Chimera, note anche come PROTAC.

La tecnologia PROTAC® sfrutta il sistema di degradazione proteica di cui la cellula è naturalmente provvista per rimuovere selettivamente le proteine bersaglio mediante proteolisi, ovvero scomposizione delle proteine in aminoacidi.

Per Bayer, un'azienda che vanta una posizione di punta nei settori salute e agricoltura, la collaborazione dimostra un impiego delle potenziali sinergie della ricerca emergente e convergente in applicazioni umane e agricole che non ha precedenti nel settore life science.

Bayer costituirà una joint venture esclusiva come prima azienda a studiare l'applicazione della tecnologia PROTAC® in ambito agricolo per la protezione delle colture ed instaurerà al contempo una collaborazione con Arvinas per la ricerca farmaceutica basata sui bersagli proteici.

Inoltre, Bayer effettuerà un investimento azionario a sostegno del proprio impegno in favore della tecnologia.

 

Collaborazione in ambito farmaceutico e investimento azionario

Attualmente, fino all'80% del proteoma umano è ancora considerato non modulabile dagli inibitori a piccole molecole, il meccanismo alla base di molti farmaci terapeutici attualmente disponibili. Con la rimozione diretta delle proteine bersaglio, invece del loro blocco, i degradatori proteici come le PROTAC potrebbero offrire diversi vantaggi rispetto agli inibitori a piccole molecole. Inoltre, non sono stati individuati inibitori per la maggior parte dei bersagli di interesse nell'ambito dello sviluppo farmacologico.

 

"In linea con la nostra strategia di adozione di modalità innovative in Ricerca e Sviluppo, stiamo avviando una collaborazione con Arvinas perché vediamo in questa tecnologia un potenziale innovativo rivoluzionario", ha dichiarato il dott. Joerg Moeller, Membro del Comitato esecutivo della Divisione Pharmaceuticals di Bayer AG e Responsabile Ricerca e Sviluppo. "Dal momento che le PROTAC non inibiscono l'attività enzimatica della proteina bersaglio, ma legano i loro bersagli con un'elevata selettività, potrebbe essere possibile riadattare le molecole inibitrici risultate in passato inefficaci come le PROTAC per i medicinali di nuova generazione destinati ai pazienti".

 

"Come prima azienda fondata per lo studio della degradazione proteica mirata, siamo entusiasti delle potenzialità per migliorare la vita dei pazienti sin dalla nostra nascita", ha dichiarato John Houston, Ph.D., Presidente e Amministratore delegato di Arvinas. "Abbiamo anche previsto che il potenziale di applicazione della nostra piattaforma PROTAC® può estendersi oltre il trattamento delle malattie dell'uomo. Questa collaborazione non si limita a consentirci di espandere la nostra piattaforma in nuove aree terapeutiche, ma dà anche il via a un nuovo percorso di applicazione del nostro approccio nel settore agricolo. Siamo entusiasti di lavorare con Bayer per iniziare a sviluppare soluzioni che permettano di soddisfare efficacemente le esigenze della popolazione mondiale in crescita e migliorare la salute dell'uomo".

 

Joint venture per il settore agricolo

Nell'ambito della joint venture, sarà studiato per la prima volta una innovativa tecnologia basata su bersagli molecolari per contrastare piante infestanti, insetti e/o malattie che minacciano le colture in tutto il mondo. Dal momento che tale tecnologia degrada i bersagli invece di inibirli, la stessa apre la strada ad una categoria del tutto nuova di applicazioni per la protezione delle colture in ambito agricolo. Inoltre, le PROTAC hanno le potenzialità per rinvigorire i meccanismi di protezione delle colture divenuti inefficaci a causa dell’insorgenza di fenomeni di resistenza.

 

"L'obiettivo è utilizzare le competenze complementari di Bayer e Arvinas per sviluppare scoperte innovative che alla fine porteranno nuovi prodotti per la protezione delle colture nelle mani degli agricoltori", ha dichiarato il dott. Robert Reiter, Membro del Comitato esecutivo della Divisione Crop Science di Bayer AG e Responsabile Ricerca e Sviluppo Crop Science. "Con questa scienza all'avanguardia, puntiamo a realizzare soluzioni sicure ed efficaci che aiutino gli agricoltori a proteggere e realizzare colture che sfamino una popolazione mondiale in crescita".

 

Nell'ambito della joint venture, Bayer si è impegnata a investire più di 55 milioni di dollari in sei anni per tradurre la nuova tecnologia di degradazione proteica in agrochimica e costituire un portafoglio IP PROTAC® specifico per il settore agricolo.

 

Secondo quanto previsto dall'accordo, Arvinas riceverà un pagamento anticipato e supporto per Ricerca e Sviluppo farmaceutico per i prossimi quattro anni, oltre a un investimento azionario diretto. Il valore totale di questi investimenti supererà i 60 milioni di dollari. Bayer deterrà i diritti per le nuove strutture principali generate nel corso della collaborazione. Con il procedere dei programmi nelle fasi di ricerca, sviluppo e commercializzazione, Arvinas potrebbe anche ricevere milestone di sviluppo predefinite di oltre 685 milioni di dollari e royalties commerciali.

 

Informazioni sui degradatori proteici PROTAC® (Proteolysis-Targeting Chimera)

I degradatori proteici PROTAC® di Arvinas sfruttano il sistema di eliminazione delle proteine naturalmente presente nell'organismo per degradare le proteine patogene. I degradatori proteici PROTAC® attivano la ligasi E3 per marcare la proteina bersaglio con ubiquitina, che ne indirizza la degradazione attraverso il proteasoma, un ampio complesso proteico che scompone la proteina bersaglio ubiquitinata in piccoli peptidi e aminoacidi. Una volta degradata la proteina bersaglio, il degradatore proteico PROTAC® viene rilasciato continuando ad agire ripetutamente per distruggere altre proteine bersaglio.

 

I degradatori proteici PROTAC® offrono numerosi potenziali vantaggi come prodotti terapeutici, tra cui l'ampia distribuzione nei tessuti, le vie di somministrazione, inclusa quella orale, e una produzione più semplice rispetto ad altre nuove modalità, quali le terapie cellulari. Arvinas ha sviluppato e ottimizzato una gamma proprietaria di ligandi mirati alle proteine, ligandi della ligasi E3 e linker, che consentono di identificare e ottimizzare rapidamente i degradatori proteici efficaci con caratteristiche favorevoli per uno sviluppo farmacologico di successo.

 

Arvinas

Arvinas è un'azienda biofarmaceutica che si occupa di sperimentazioni cliniche volte a migliorare la vita di pazienti affetti da malattie debilitanti e potenzialmente fatali mediante la scoperta, lo sviluppo e la commercializzazione di terapie in grado di degradare le proteine patogene. Arvinas utilizza la sua piattaforma tecnologica per realizzare degradatori proteici mirati proteolysis targeting chimera o PROTAC®, che sfruttano il sistema di eliminazione delle proteine naturalmente presente nell'organismo per degradare ed eliminare in modo selettivo ed efficace le proteine patogene. Il programma più importante della società, ARV-110, per il trattamento dei pazienti affetti da carcinoma prostatico metastatico resistente alla castrazione, ha avviato gli studi clinici nel primo trimestre del 2019. Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.arvinas.com.

 

Bayer

Bayer è un’azienda globale con competenze chiave nei campi di Life Science, Salute e Agricoltura. I prodotti e servizi sono finalizzati a migliorare la qualità della vita delle persone. Il Gruppo mira nel contempo a creare valore con l’innovazione, la crescita e l’elevata capacità di rendimento. Bayer s’impegna a seguire i principi dello sviluppo sostenibile e a far fronte agli obblighi sociali ed etici di azienda a responsabilità sociale. Nel 2018, il Gruppo impiegato circa 117.000 persone, con un fatturato di 39.6 miliardi di euro. Le spese in conto capitale ammontavano a 2,6 miliardi di euro, quelle per la Ricerca e Sviluppo a 5,2 miliardi di euro. Per ulteriori informazioni, visita il sito www.bayer.com.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    bayer; arvinas; tecnologia protac
    in evidenza
    Hannibal e un maggio bollente Temperature choc fino a 51 gradi

    Previsioni meteo

    Hannibal e un maggio bollente
    Temperature choc fino a 51 gradi

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    Ford sottoscrive l'appello all’U.E. per vendere solo veicoli 100% elettrici

    Ford sottoscrive l'appello all’U.E. per vendere solo veicoli 100% elettrici


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.