A- A+
Medicina
Covid, Pfizer e BioNTech: accordo per fornire 200 milioni di vaccini all'UE
Ursula Von Der Leyen, Presidente della Commissione Europea (foto LaPresse)

Pfizer e BioNTech: accordo per la fornitura potenziale all'Unione Europea di 200 milioni di dosi del candidato vaccino a base di mRNA anti SARS-CoV-2 

L'accordo previsto è destinato a garantire una fornitura di 200 milioni di dosi e un’opzione di acquisto di ulteriori 100 milioni di dosi, con inizio delle forniture entro la fine del 2020, previa approvazione delle autorità regolatorie.

La fornitura di vaccini per l'UE verrebbe prodotta dai siti di produzione di BioNTech inGermania e dal sito di produzione di Pfizer in Belgio. Pfizer e BioNTech sono sulla buona strada per richiedere la valutazione regolatoria del BNT162b2 già ad Ottobre 2020 e, se si otterrà l';autorizzazione o l'approvazione regolatoria, prevedono attualmente di fornire fino a 100 milioni di dosi in tutto il mondo entro la fine del 2020 e circa 1,3 miliardi di dosi entro la fine del 2021.

Pfizer Inc. (NYSE: PFE) e BioNTechSE (Nasdaq: BNTX) hanno annunciato oggi di aver concluso i colloqui preliminari con la Commissione Europea per una proposta di fornitura di 200 milioni di dosi del loro candidato vaccino sperimentale a base di mRNA BNT162 mRNA anti SARS-CoV2 agli Stati membri dell'Unione Europea (UE), con un’opzione di acquisto di ulteriori 100 milioni di dosi. Le consegne dovrebbero partire dalla fine del 2020, subordinate al successo clinico e all';autorizzazione o approvazione regolatoria. Le aziende avvieranno ora le trattativecontrattuali con la Commissione europea.

L'accordo di fornitura con la Commissione Europea rappresenterebbe il più grande ordineiniziale di dosi di vaccino per Pfizer e BioNTech fino ad oggi.

Le dosi di vaccino per l'Europa verrebbero prodotte nei siti di produzione tedeschi di BioNTech, così come nel sito diproduzione di Pfizer in Belgio. Se l'approvazione regolatoria per il candidato vaccino BNT162b2 sarà confermata, la Commissione europea guiderà il processo di assegnazionedelle dosi di vaccino tra i 27 Stati membri dell'UE.

“L'atteso accordo di Pfizer e BioNTech con la Commissione Europea è un importante passo vanti nel nostro obiettivo comune di avere milioni di dosi di un vaccino contro il COVID-19 disponibili per le popolazioni più fragili prima della fine dell'anno".

"Vorremmo ringraziare la Commissione Europea per il suo impegno e la sua fiducia nei nostri progetti di sviluppo", ha dichiarato Albert Bourla, Presidente e CEO di Pfizer. "Abbiamo attivato la nostra struttura di fornitura, soprattutto il nostro sito in Belgio, e stiamo iniziando a produrre in modo che il nostro vaccino sia disponibile il prima possibile, se i nostri studi clinici si riveleranno efficaci e se verrà concessa l'approvazione regolatoria".

“In qualità di azienda fondata nel cuore dell'Europa, siamo lieti di aver concluso discussioni esplorative con la Commissione europea, quello che potrebbe essere ad oggi il nostro più grande accordo di fornitura inziale. Il nostro obiettivo è sviluppare un vaccino sicuro ed efficace percontribuire a porre fine a questa pandemia in Europa e nel mondo. La decisione odierna è un'ulteriore dimostrazione di come la collaborazione e la condivisione possano aiutare adaffrontare una crisi sanitaria globale come comunità internazionale", ha detto Ugur Sahin, M.D.,CEO e co-fondatore di BioNTech.

Oltre agli impegni con i governi, Pfizer e BioNTech hanno espresso il loro interesse per una possibile fornitura al COVAX Facility, un meccanismo istituito da Gavi, dalla Vaccine Alliance, dalla Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI) e dall';Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che, utilizzando una serie di piattaforme tecnologiche, mira a fornire ai governi, compresi quelli dei mercati emergenti, un accesso precoce a un ampio portafoglio di vaccini candidati COVID-19 prodotti da diversi produttori in tutto il mondo.Informazioni sul programma relativo ai candidati vaccini BNT162. Il programma BNT162 è basato sulla tecnologia mRNA di proprietà di BioNTech e supportatodalle capacità globali di sviluppo e produzione di vaccini di Pfizer. Due dei quattro candidati vaccini in fase di sperimentazione delle società - BNT162b1 e BNT162b2 - hanno ricevuto ladesignazione Fast Track dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, sulla base deidati preliminari di studi di fase 1/2 attualmente in corso negli Stati Uniti e in Germania, nonché distudi sull'immunogenicità animale. Durante gli studi preclinici e clinici, BNT162b1 e BNT162b2sono emersi come forti candidati sulla base di valutazioni della sicurezza e della rispostaimmunitaria.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    covidpfizer e biontech vaccino unione europea
    Loading...
    in evidenza
    Da Commisso a Friedkin e Elliot I nuovi padroni del calcio

    Economia

    Da Commisso a Friedkin e Elliot
    I nuovi padroni del calcio

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, addio estate: arriva ciclone autunnale con NEVE-PREVISIONI CHOC

    Meteo, addio estate: arriva ciclone autunnale con NEVE-PREVISIONI CHOC


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    WRC, Rally di Turchia, La C3 R5 di Bulacia vince tra le WRC3

    WRC, Rally di Turchia, La C3 R5 di Bulacia vince tra le WRC3


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.