A- A+
Medicina
Dieta dell’acqua giapponese per dimagrire,ecco come disintossicare e sgonfiare

Dieta dell’acqua giapponese per dimagrire, disintossicare e sgonfiare

Dieta giapponese dell’acqua, approvata dalla Japan Medical Association. Bere acqua a digiuno ha potere saziante, dimagrante e depurante.

Dieta dell’acqua giapponese: un metodo per dimagrire e sgonfiarsi, purificando l’organismo

La dieta dell’acqua giapponese consente di perdere peso velocemente e fa sgonfiare la pancia. La dieta prevede regole specifiche, relative all’assunzione di acqua durante il giorno.

Tutti sanno che l’acqua fa bene al corpo: lo idrata, consentendo all’organismo di funzionare bene, lo depura e aiuta a contrastare la ritenzione idrica. Ha inoltre un elevato potere saziante. Consente infatti di sedersi a tavola con meno fame e stimola i processi digestivi e metabolici. L’acqua contrasta poi la peristalsi intestinale, spesso causa di gonfiore addominale.

La dieta dell’acqua giapponese è stata approvata dalla Japan Medical Association.

Dieta dell’acqua giapponese, come funziona: 4 bicchieri d’acqua al mattino a digiuno

La dieta giapponese si basa sull’assunzione di acqua in momenti specifici della giornata, a partire dal risveglio mattutino.
Appena svegli, dunque a digiuno prima della colazione, bisognerebbe bere 4 bicchieri di acqua. Il consiglio è quello di berli lentamente e facendo una piccola pausa tra uno e l’altro.
È possibile poi fare colazione trascorsi 45 minuti dall’ultimo bicchiere d’acqua.

Dieta dell’acqua giapponese: dopo i pasti non bisogna bere per due ore

La dieta dell’acqua giapponese prevede un’altra importante regola: dopo aver consumato i pasti non bisognerebbe bere per almeno due ore. Se la sete è troppa e non la si controlla, è consigliabile bere acqua tiepida, per evitare di compromettere i processi digestivi.

Dieta dell’acqua: bere lentamente prima dei pasti favorisce il senso di sazietà

Secondo la dieta dell’acqua è consigliabile bere lentamente, prima dei pasti. Questo comportamento aiuta a sentirsi sazi e fa arrivare al pranzo e alla cena senza la fame nervosa.

Dieta dell’acqua giapponese: quale acqua bere

La dieta raccomanda di bere acqua di qualità. Bisogna privilegiare l’acqua fresca e priva di calcare e fluoro.

Prima di iniziare la dieta è opportuno consultare il proprio medico di fiducia perché potrebbero comparire i sintomi tipici della disintossicazione del corpo. L’acqua ha infatti un elevato potere disintossicante e potrebbe inizialmente causare mal di testa, vertigini, alito cattivo, sudorazione o prurito.
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    dieta dell’acquadieta dell’acqua giapponesecome fare la dieta dell’acquala dieta dell’acqua come funzionala dieta dell’acqua come perdere peso in modo rapidodieta dell’acqua quanto si perdedieta dell’acqua per dimagrire velocemente
    in evidenza
    Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

    Scatti d'Affari

    Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

    i più visti
    in vetrina
    Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

    Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


    casa, immobiliare
    motori
    Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

    Porsche Taycan nuova safety car della Formula E


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.