A- A+
Medicina
Glaucoma, nuova cura: un collirio creato col cordone ombelicale

Glaucoma, un nuovo collirio per la cura

Il glaucoma è una patologia dell’occhio che comporta un progressivo deterioramento del campo visivo. Nei casi peggiori può portare alla cecità. È di circa un milione il numero di persone colpite da glaucoma in Italia.

In commercio esistono già alcuni colliri in grado di tenere sotto controllo il progredire della patologia, ma ora è arrivata una nuova speranza per tutti i malati.

Un team di ricercatori dell’Università di Bologna ha brevettato un nuovo farmaco, derivante dal cordone ombelicale.

Glaucoma agli occhi, cos’è: “Il ladro silenzioso della vista”

Il glaucoma è una patologia degli occhi, causata dalla degenerazione del sistema nervoso centrale dovuta all’invecchiamento. È definito “il ladro silenzioso della vista” perché in molti casi, chi ne è affetto se ne accorge tardi e, se non curata, la malattia può portare alla cecità.

Glaucoma: il nuovo collirio per curarlo

Il nuovo collirio, in grado di donare speranza a tutti coloro i quali sono affetti da glaucoma, è un prodotto di origine naturale, testato sia in vitro sia ex vitro e in vivo.

Il farmaco utilizza le proprietà del sangue contenuto nei cordoni ombelicali donati dalle madri al momento del parto, dopo aver rimosso le cellule staminali utilizzabili per il trapianto. I ricercatori hanno infatti individuato al suo interno una serie di fattori di crescita in grado di contrastare il glaucoma. Il nuovo collirio ha un effetto neuroprotettivo e le sue capacità riparative potrebbero essere efficaci anche su altri tipi di malattie degenerative degli occhi.

Glaucoma: la nuova cura, il collirio derivante dal corone ombelicale

“A partire dal 2007 abbiamo trattato con un collirio da sangue cordonale circa un centinaio di pazienti affetti da forme severe di secchezza oculare, provenienti da tutta l’Emilia Romagna ma anche da altre regioni. La riduzione del dolore, altrimenti non controllabile, è stata riferita pressoché da tutti, e grazie a questa osservazione abbiamo intuito che il nostro ritrovato poteva anche avere degli effetti riparativi sulle cellule nervose danneggiate, grazie all’insieme di fattori di crescita che caratterizza, in natura, il sangue cordonale” ha spiegato Piera Versura, coordinatrice dello studio.

La ricerca è nata da alcuni studi sul trattamento di gravi casi di difetti dell’epitelio corneale, ossia lo strato più esterno della cornea.

Glaucoma: il nuovo collirio potrebbe curare altre patologie oculari degenerative

“Nel sangue del cordone ombelicale, e in particolare in una sua parte, il siero, ci sono una serie di fattori di crescita che sono in grado di esercitare un’azione riparatoria contrastando le malattie degenerative dell’occhio, come il glaucoma ma non solo. Inizialmente partiremo con il trattamento di questa patologia, ma si tratta di un prodotto che potrà essere utilizzato anche su altre malattie degenerative dell’occhio”, ha rivelato Emilio Campos, altro coordinatore dello studio.

I ricercatori pensano che sia possibile riscontrare gli stessi effetti riparativi rilevati sul glaucoma, anche su altre malattie degenerative degli occhi.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    glaucomaglaucoma occhioglaucoma cureglaucoma collirioglaucoma come si curaglaucoma collirio novità
    in evidenza
    Mentana all'inizio della maratona Il Colle, il voto e l'ironia social

    Quirinale/ Rete scatenata

    Mentana all'inizio della maratona
    Il Colle, il voto e l'ironia social

    i più visti
    in vetrina
    Paola Iezzi, la quarantena hot della cantante - FOTO

    Paola Iezzi, la quarantena hot della cantante - FOTO


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela la versione speciale JUKE Kiiro

    Nissan svela la versione speciale JUKE Kiiro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.