A- A+
Medicina
Il caffè decaffeinato fa male? Contiene caffeina e può…CONTROINDICAZIONI
Chi beve caffè amaro può avere disturbi della personalità

Il caffè decaffeinato fa male? Quanto berne al giorno per non avere problemi? Contiene caffeina?

Contrariamente a quanto molte persone possano pensare, il caffè decaffeinato non è completamente privo di caffeina. Contiene questa sostanza in misura inferiore rispetto al caffè normale, ma una percentuale è sempre presente. Secondo alcuni esperti, il procedimento di estrazione della caffeina potrebbe rendere la bevanda pericolosa per la nostra salute. Il caffè decaffeinato fa male davvero? C'è una dose giornaliera da non superare? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Caffè decaffeinato contiene o no caffeina?

Sembra che nessun procedimento sia in grado di eliminare completamente la caffeina. Di conseguenza, seppur in quantità inferiore rispetto al caffè classico, anche quello decaffeinato la contiene. Inoltre questo tipo di caffè è soggetto al deterioramento. Anche se si tratta di quantità di caffeina minime, il caffè decaffeinato non dovrebbe essere assunto in caso di problemi cardiovascolari.

Caffè decaffeinato fa male? Per estrarre la caffeina vengono usati agenti chimici cancerogeni?

Mentre inizialmente il caffè decaffeinato aveva entusiasmato tutti coloro i quali non volevano rinunciare all’aroma della bevanda, ma desideravano ridurre la caffeina, ora è al centro del mirino. Il caffè decaffeinato potrebbe essere pericoloso per il cuore e per la salute in generale, a causa soprattutto del processo di estrazione della sostanza eccitante. Numerosi siti mettono in evidenza la scarsa sicurezza dei metodi utilizzati nel procedimento di estrazione: sarebbero usati agenti chimici cancerogeni che non scomparirebbero anche se durante la tostatura vengono sottoposti a temperature elevate.

Caffè decaffeinato: estrazione della caffeina con anidride carbonica per mantenere l’aroma

Per estrarre la caffeina, il metodo oggi più diffuso utilizza l’anidride carbonica. Tale procedimento ha dei vantaggi non indifferenti: non vengono usati solventi e l’aroma del caffè non subisce notevoli variazioni.

Caffè decaffeinato fa male davvero?

“Il caffè decaffeinato non fa male e non si corre nessun rischio a berlo” ha spiegato il professor Enzo Spisni, fisiologo della nutrizione dell’Università di Bologna, “Il giornale del cibo”. “Il metodo di decaffeinizzazione oggi più diffuso – ha precisato l’esperto - è quello dell’anidride carbonica, che è assolutamente sicuro. Tuttavia, il decaffeinato non è altro che un escamotage per assecondare le nostre abitudini e il piacere sensoriale. In questo senso, la nutrizione viene in secondo piano”. Il professore ha poi concluso: “Togliere la caffeina significa perdere anche le sue proprietà positive. Potremmo dire che questa sostanza è di fatto la parte migliore del caffè. Nell’uso comune, peraltro, è spesso la ragione stessa del consumo della bevanda. Privare il caffè dalla caffeina significa che della bevanda rimane soltanto il gusto. Da un punto di vista estremamente razionale, quindi, per evitare l’effetto stimolante si potrebbe anche fare a meno del caffè”.

Caffe decaffeinato: quanto berne al giorno, quantità consigliata

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha indicato come dose giornaliera consigliata di caffeina massimo 400 milligrammi. La quantità corrisponde a circa 4 o 5 tazzine di caffè espresso. Anche se il caffè decaffeinato contiene meno caffeina rispetto a quello normale, gli esperti consigliano di non eccedere nel consumo della bevanda, prevedendo lo stesso numero di tazzine.

Caffè decaffeinato controindicazioni: a chi è sconsigliato

Le controindicazioni del caffè decaffeinato sono le stesse del caffè normale. È dunque sconsigliato a chi soffre di gastrite, reflusso gastrico ed è intollerante alla caffeina, perché la sostanza non è completamente assente.

Curiosità sul caffè decaffeinato

I primi tentativi di estrazione della caffeina sono avvenuti agli inizi del Novecento. Ad ideare uno dei primi metodi che aprirono la strada al caffè decaffeinato fu Ludwing Roselius, fondatore del caffè Hag. Nel corso del tempo i procedimenti sono diventati sempre più sofisticati, arrivando ad estrarre la caffeina senza eliminare l’aroma del caffè.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    caffè decaffeinato fa malecaffè decaffeinato pressionecaffè decaffeinato caloriecaffè decaffeinato reflussocaffè decaffeinato e gastritecaffè decaffeinato caffeinacaffè decaffeinato contiene caffeinacaffè decaffeinato quanta caffeinacaffè decaffeinato fa male al cuorecaffè decaffeinato fa male alla salute
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Toyota BZ4X, il primo veicolo elettrico a batteria (BEV)

    Toyota BZ4X, il primo veicolo elettrico a batteria (BEV)


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.