A- A+
Medicina
Lilt accolta in udienza pontificia da Papa Francesco

Papa Francesco ha ricevuto in un’udienza privata nella Sala Clementina una delegazione di 150 membri della LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

 
LILT, che opera con il supporto di 220.000 soci e 10.000 volontari con la primaria missione di diffondere la cultura della prevenzione oncologica, sostenendo i malati e le loro famiglie, ha ricevuto l’elogio del Santo Padre, che ha sottolineato l’importanza di una cultura della prevenzione estesa a tutti: "C'è tanto bisogno di diffondere una cultura della vita fatta di atteggiamenti e di comportamenti. Una vera cultura popolare, seria, accessibile a tutti e non basata sugli interessi commerciali. In particolare, le famiglie hanno bisogno di essere accompagnate in un  cammino di prevenzione; un cammino che coinvolge le diverse generazioni in un patto solidale, un cammino che valorizza l'esperienza di chi ha vissuto insieme ai propri familiari il faticoso percorso della patologia oncologica".
 

Papa Francesco ha sottolineato, nel corso dell’udienza, la “duplice ricchezza” rappresentata dall’impegno “di sensibilizzazione e di formazione” della Lega Italiana Lotta contro i Tumori, unitamente all’alimentazione del volontariato, “un’espressione emblematica di quella gratuità che dovrebbe incidere sempre più nel vissuto quotidiano”.

 
Di fronte a Papa Francesco, Francesco Schittulli, Presidente di Lilt Nazionale, ha pronunciato parole di profonda gratitudine e solidarietà, ribadendo la missione e l’impegno di Lilt : “La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori farà proprio ‘il grido dei poveri’ – ha detto Schittulli – “ascoltando e dando voce al messaggio di amore, non a parole, ma con i fatti’ aprendo ed accogliendo nei propri ambulatori gli immigrati, i poveri, i dimenticati, contribuendo a sollevarli dalla loro condizione di emarginazione e condividendo con essi ogni forma di giusta e opportuna solidarietà” e ha quindi aggiunto - “Sforzandoci di seguire l’esemplare insegnamento di Vostra Santità, anche noi della LILT, il prossimo 19 novembre, prima Giornata Mondiale dei poveri, ospiteremo e mangeremo con gli indigenti nelle nostre case e presso le nostre sedi, così da poter celebrare il successivo 4 dicembre, la nostre Giornata Internazionale del Malato oncologico per la prima volta qui a Roma”.

 

Al fianco del Presidente Lilt, anche il Monsignor Lino Larocca, Assistente Spirituale Lilt e del Maestro Gerardo Sacco, orafo di fama internazionale, che ha donato al Santo Padre un'opera del Maestro Sacco.

Tags:
lilt




in evidenza
La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

Nostalgia Masolin

La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport


in vetrina
Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti


motori
Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.