A- A+
Medicina
Morbillo, bimbo di 18 mesi muore a Berlino

Berlino un bimbo di 18 mesi è morto di morbillo il 18 febbraio. La notizia, data solo oggi dall'assessore alla Salute della capitale, Mario Czaja, è destinata ad alimentare le polemiche in tutto il mondo sulla mancata vaccinazione dei piccoli contro le piu' comuni malattie esantematiche. Dall'inizio dell'anno a Berlino si e' assistito ad una vera e propria epidemia con 574 casi. Lo riferisce il settimanale Der Spiegel.

Le autorita' hanno chiuso a titolo precauzionale la scuola materna di Lichtenrade frequentata dal piccolo. Nella modernissima, ricca e potente Germania il morbillo e' ancora diffuso. Il governo insieme all'Organizzazione Mondiale della Sanita' (Oms) Berlino aveva previsto di sradicare la malattia entro il 2015, obiettivo ancora lontano Solo nel 2001 venne approvata una legge per la protezione contro le infezioni ma in Germania non esiste un obbligo di vaccinazione.  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
morbillobimbomesiberlinogermaniamuoremorto
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari

16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.