A- A+
Medicina
Pronto Soccorso: le proposte di FIALS per la riforma del 118
ambulanza

Il Sindacato FIALS (Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità) ha presentato le sue proposte per la riforma del 118 e del ruolo del soccorritore alla 12^ Commissione Igiene e Sanità del Senato 

"Non può esserci soccorso di emergenza e urgenza senza soccorritori preparati, retribuiti e contrattualizzati a dovere. Non può esserci primo soccorso degno di questo nome se non si riorganizza il sistema del 118, che a trent’anni dalla sua istituzione come numero unico per le chiamate di emergenza sanitaria inizia a essere troppo “vecchio” perché sia sufficiente l’implementazione del numero unico dell’emergenza - NUE 112. Sono banalità per nulla scontate nel nostro Paese, da cui però dipende la sopravvivenza di ogni cittadino", spiega il Sindacato.

Fials ha dunque proposto alla Commissione Sanità del Senato un’analisi diffusa, con relative soluzioni possibili. Il filo conduttore di studio e proposte sono le differenze, fin abissali, tra i vari modelli organizzativi del sistema di emergenza pre-ospedaliero che hanno finito per restituire al cittadino un sistema concepito a macchia di leopardo, quindi mai razionale sia dal punto di vista operativo che economico.

Fials tra l'altro propone per l’uniformità dei parametri di selezione e preparazione degli operatori, i cui contratti vanno anche regolarizzati. L’aumento della capacità diagnostica in tempi rapidi, quindi il contenimento dei contagi. Il riconoscimento di indennità specifiche e per i medici che abbiano raggiunto i criteri d’anzianità, l’accesso a concorsi per ruoli dirigenziali dell’area sanità medica del Servizio sanitario nazionale.

Viene poi avanzata la richiesta dell’istituzione dell’”Autista soccorritore”: "è nostra opinione che la formazione di questa figura strategica per il servizio di emergenza e urgenza debba essere di competenza regionale, erogata tramite enti di formazione accreditati o aziende sanitarie", spiega Fials.

Il Segretario generale di Fials Giuseppe Carbone aggiunge: “Il soccorso di emergenza urgenza non può essere differente in Veneto piuttosto che in Sicilia. Le vite, così come le competenze dei lavoratori, hanno un unico e indiscusso valore. E pari standard, retribuzione e regolamentazione devono avere. Fials mette a disposizione le sue competenze perché questo avvenga e lotterà perché non resti un miraggio ostaggio della burocrazia”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    pronto soccorsofialsriforma del 118
    in evidenza
    Manchester United-Atalanta dove vederla: le news

    Champions show

    Manchester United-Atalanta dove vederla: le news

    i più visti
    in vetrina
    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


    casa, immobiliare
    motori
    nuovo Honda HR-V, rigorosamente ibrido

    nuovo Honda HR-V, rigorosamente ibrido


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.