A- A+
Medicina
Salute, in Italia 60mila vittime l'anno per morti cardiache improvvise

Progetti innovativi per la diagnosi cardiaca e per uno screening delle patologie 'nascoste', le patologie cardiache di maggiore riscontro nei migranti, la necessità di strumenti più adeguati per l'elettrocardiogramma (Ecg), morti cardiache improvvise (60 mila all'anno, di cui oltre cento sui campi di calcio con vittime i più giovani), un Documento Intersocietario sull'ipercolesterolemia per abbattere la mortalità cardiovascolare in Italia. Questi, insieme a tanti altri, alcuni dei temi principali al centro del 47° Congresso dell'Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri (ANMCO), la più grande kermesse cardiologica che aprirà i battenti il 2 giugno al Palacongressi a Rimini e ospiterà medici, politici, il gotha della Cardiologia italiana e mondiale con eventi fino al 4 giugno.

 “Tra i nuovi progetti di cui si parlerà nel corso del Congresso -  spiega il Presidente dell'ANMCO, il dott. Michele Gulizia -  c'è la sessione “CardioFrontex: la Cardiologia attraverso il Mar Mediterraneo; punti di forza e di criticità in un modello culturale che accoglie e non rifiuta nell’interesse dei cardiopatici”.

Una sessione dedicata alla Cardiologia internazionale in un contesto fortemente sinergico che si pone l'obiettivo di discutere l’approccio alle malattie cardiovascolari nei Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum, ai quali estendere anche il progetto di prevenzione Banca del Cuore, già ben lanciato in Italia, perché divenga una cassaforte digitale degli elettrocardiogrammi e dei dati cardiologici salienti di quanti più cittadini del mondo, una sorte di passaporto della salute”.

Infatti  queste popolazioni si potrà estendere gratuitamente l’uso della 'BancomHeart', una card simile a una carta di credito, in cui è contenuta la vita sanitaria dei pazienti; legata al progetto 'Banca del cuore' – iniziativa unica a livello mondiale, attiva da due anni, e ideato dallo stesso dottor Gulizia - la card rappresenta un registro digitale: consente infatti di avere sempre a portata di mano un piccolo scrigno della propria condizione di salute; con notevoli effetti specialmente in situazioni di emergenza ma, soprattutto, anche utile grazie allo screening dell’elettrocardiogramma che permette un’efficace prevenzione cardiovascolare prevenendo le conseguenze cliniche di patologie a volte sconosciute (come l'ictus cerebrale nel caso della fibrillazione atriale sconosciuta al paziente o la morte improvvisa nei portatori di patologie aritmiche geneticamente trasmesse ad alta malignità).
Verrà poi dedicata molta attenzione alle morti cardiache improvvise, alla necessità di tarare i parametri dell'ipercolesterolemia in base alle caratteristiche del paziente, e agli strumenti per l'elettrocardiogramma: secondo il presidente Gulizia ''l'elettrocardiogramma, che rappresenta un potente mezzo per lo screening e la diagnosi, non sempre viene eseguito a regola d'arte. Per di più nel nostro Paese si sta mirando a un risparmio esasperato a discapito della qualità delle attrezzature, così capita che elettrocardiografi in uso, spesso di fabbricazione orientale, siano di bassa qualità''.

Ed è per questo che, tra gli altri argomenti, al Congresso sarà presentato un documento di consenso ANMCO per una maggiore precisione e appropriatezza del segnale degli elettrocardiografi, sottoscritto anche dall'Associazione italiana degli ingegneri clinici (Aiic) e dalla Società italiana di telemedicina (Sit).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
anmcomorti cardiache improvvise
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online

Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.