A- A+
Medicina
Salute, la dieta di dicembre per prepararsi agli eccessi di Natale e Capodanno
Natale a Milano

Salute, la dieta per "contenere" gli effetti delle abbuffate natalizie

 

Le festività ,e quelle natalizie in particolare, sono sinonimo di maratona gastronomica. Ma occorre arrivarci nel modo giusto per togliersi qualche sfizio senza pagare il classico "dazio" (tradotto chili in più). Nelle settimane di dicembre che precedono il Natale si può seguire un regime alimentare light-detox per prepararsi agli sgarri natalizi. "La dieta non si fa mai da Natale a Capodanno, la si fa da Capodanno al Natale successivo- spiega la dottoressa Manuela Mapelli, biologa nutrizionista e ambassador di Fileni- precisazione che fa la differenza, perché è  giusto potersi concedere qualche "coccola" che durante le festività fa bene alla convivialità. Guai però a concedersi troppi vizi prima del tempo. Il periodo pre-natalizio è spesso occasione di incontri con colleghi e amici. Sono circostanze in cui spesso si finisce per sedersi a bere un aperitivo accompagnato da stuzzichini che minacciano il girovita. Non  vanno evitate, ma sarebbe opportuno limitarle".

Salute, la dieta del giorno che vale tutto l'anno

Come iniziare la giornata? Breakfast time: iniziamo bene la giornata. Ciò che vale per il periodo di avvicinamento alle festività dovrebbe essere rispettato anche durante il resto dell'anno. A partire dalla  colazione. Cominciare la giornata con il caffè da solo è un'abitudine  da sradicare. La colazione deve essere abbondante, dobbiamo sentirci sazi, altrimenti accusiamo quella sensazione di vuoto che porta ad  abbuffarci al pasto successivo: un meccanismo da evitare in ogni  modo. Una colazione a base di cerali integrali e frutta fresca,  permette di far scorta di macronutrienti, per assicurarsi i grassi buoni alleati della sazietà. Per chi ama il salato si può iniziare la  giornata con pane tostato integrale, con un cucchiaio di olio d'oliva  da spalmare  e frutta fresca o avocado, uniti a caffè e tea. Gli  appassionati del dolce invece possono optare per yogurt naturale con cerali e fiocchi d'avena e frutti di bosco e consumare il caffè con  latte di riso di soia o mandorla. I cachi: diuretici e drenanti, sono anche un'ottima fonte di vitamina C e possono essere aggiunti allo Yogurt al mattino come dolcificante  naturale. In altre parole vanno mantenute le buone abitudini e se  non ci sono occorre cominciare a introdurle e rispettarle. "Una consuetudine a cui dovremmo abituarci è quella di mangiare a metà mattina e pomeriggio dieci mandorle - spiega la dottoressa Mapelli -  la frutta secca rappresenta una miniera di grassi buoni utili al  cuore. Un alimento che tiene bassa la glicemia ed evita al contempo i  picchi di fame. Soprattutto una corretta distribuzione dei pasti è fondamentale per  permettere all'organismo di assorbire in modo corretto i nutrienti  degli alimenti. Ogni volta che ci si siede a tavola quello che non  dovrebbe mai mancare è la verdura: ricca di vitamine e sali minerali,  svolgendo anche un'azione drenante e saziante che aiuta l'organismo". 

Salute, i cibi  alleati di pranzi e cene gustosi ma leggeri

 

Quali i cibi da privilegiare? "I cibi da privilegiare sempre sono : tutta la verdura cruda consumata come  pinzimonio, o cotta al vapore o spadellata, per saziare e tenere  basso l'indice glicemico del nostro pasto. I cavolfiori hanno alto  potere saziante, proteggono dallo stress ossidativo mentre la zucca è  la vera protagonista delle tavole delle settimane che precedono il Natale. E' ricca di minerali,  contiene fosforo, ferro, magnesio e potassio. La zucca è un'ottima  alleata della linea, infatti, 100 grammi di prodotto contengono dalle 15 alle 25 kcal, ed è composta di acqua per il 94% circa.  Il ricco  contenuto di fibre, amiche dell'intestino, ne compensano l'indice  glicemico. Le zucche sono di differenti tipi: Mantovana; Delica;  Gialla; Violina; Butternut; alcune sono più pastose, altre più ricche  in acqua e sono molto versatili in cucina. Si può cuocere al forno,  bollita, al vapore e si presta ad insaporire  risotti, biscotti,  torte, pudding,  budini, o per il ripieno di squisiti ravioli. I semi, inoltre, sono ricchi di acidi grassi essenziali, di acido  linoleico ed alfa-linoleico - rispettivamente Omega-6 e Omega-3. E non dimentichiamo i fiori di zucca: fritti, imbottiti o al forno, sono sempre una delizia, attenzione solo ad evitare  la  cottura fritta. Un piatto di verdure crude di stagione quali insalate miste, radicchi  rossi e verdi, finocchi, carciofi o carote può essere condito con  semi e frutta secca oleosa (semi di girasole, zucca, pinoli, noci  nocciole e mandorle) per introdurre una buona dose di grassi vegetali  e fare il pieno di minerali come il calcio e il magnesio. I cereali sotto forma di pasta, pasta integrale, orzo farro consumati  con vellutate ,  zuppe  e tutti legumi sono alleati di linea e  benessere per un pasto leggero e gustoso. La sera è meglio optare per  le proteine nobili della carne bianca,  e del  pesce ricchi in omega  tre, ad alto potere antinfiammatorio e le uova meglio, se cotte alla coque o sode".

Salute, i cibi da evitare per una corretta alimentazione

Quali sono i cibi da bandire nelle settimane che precedono le festività? "A dicembre, prima delle tavolate natalizie la  parola d'ordine è limitare o bandire del tutto alcuni alimenti come  insaccati, salumi, formaggi stagionati e tutti i cibi da "fast food" troppo sapidi, ricchi di  grassi saturi, e privi di  fibre. Nelle settimane che precedono il Natale  limitiamo alcolici e superalcolici e  tutti i tipi di dolci. E poi ci sono i trucchi e gli spuntini "spezzafame". Le castagne come spuntino sono perfette: ricche di  fibre, sono  sazianti e rimineralizzanti, e contengono potassio e magnesio. Inoltre non dimenticate di bere acqua a volontà e di consumare  una tisana al  carcadè, infuso antiossidante e ricco di vitamina C che può aiutare  la linea. A metà pomeriggio si può preparare  un centrifugato a base di agrumi  come il pompelmo rosa che aiuta a  drenare i liquidi e il kiwi. Un Centrifugato invece a metà mattina a base di finocchio, zenzero  cavolo e pera è un mix perfetto drenante e saziante. Se aggiungiamo anche la melagrana, ricca di antiossidanti e di flavonoidi,  stimoliamo anche  la diuresi e aiutiamo a depurare l'organismo,  dandoci una mano a perdere i chili in eccesso. Ed infine il movimento: siate attivi prima delle feste". Ovviamente ogni dieta  per quanto fondamentale e seguita in modo corretto, da  sola non basta. Lo sa bene la stessa dottoressa Mapelli che ci tiene a sottolineare quanto sia fondamentale l'attività fisica: "È  necessario dedicare almeno trenta minuti al giorno all'esercizio,  basta anche una semplice passeggiata. L'importante è che non manchi  mai l'allenamento che aiuta a vivere una vita sana". Consigli da seguire tutto l'anno e che ad un mese circa dalle prime  festività ci possono permettere di brindare in compagnia concedendoci  "qualche piccolo sgarro". 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
capodannodietaeccessinatale




in evidenza
Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

Le foto

Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
Matrimonio in vista? Quell'anello...


in vetrina
Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."


motori
Luna Rossa Prada Pirelli, parte da Cagliari la sfida per l'America's Cup 2024

Luna Rossa Prada Pirelli, parte da Cagliari la sfida per l'America's Cup 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.