A- A+
Medicina
Tumori e invecchiamento: chi ha avuto il cancro invecchia prima e muore prima

TUMORI: I SOPRAVVISSUTI INVECCHIANO PIÙ VELOCEMENTE  

 

Tumore: i sopravvissuti a un tumore nell'infanzia invecchiano più velocemente e hanno più probabilità di morire prima di coloro che non hanno mai avuto il cancro. Queste, in estrema sintesi, le conclusioni di uno studio della Mayo Clinic di Rochester, nel Minnesota, pubblicato sulla rivista ESMO Open. 

 

TUMORI: PERCHÉ CHI È SOPRAVVISSUTO AL CANCRO HA PIÙ PROBABILITÀ DI MORIRE PRIMA

 

I risultati hanno dimostrato anche che i sopravvissuti al tumore hanno una probabilità dalle 3 alle sei volte maggiore di sviluppare nuovamente un tumore. I ricercatori hanno detto che il numero di sopravvissuti al cancro è destinato ad aumentare, grazie alle sempre più efficaci capacità diagnostiche e grazie ai trattamenti. 

Tuttavia, i sopravvissuti al tumore sono più a rischio di sviluppare condizioni che possono ridurre del 30 per cento l'aspettativa di vita rispetto alla popolazione in generale. Sembrerebbe infatti che i sopravvissuti a un tumore nell'infanzia siano più a rischio di sviluppare più avanti nella vita endocrinopatie, problemi cardiaci, densità minerale ossea inferiore, fibrosi polmonari e Tumori secondari. La fragilità ossea e delle articolazioni può verificarsi anche in età precoce rispetto al resto della popolazione, a causa dei danni provocati dalla chemioterapia e dalla radioterapia ai tessuti sani.

In generale, pare che il cancro e le terapie dure riducano la "riserva fisiologica", ovvero la capacità degli organi e dei sistemi biologici che ci vengono dati alla nascita e che aiutano il nostro organismo a recuperare dai fattori di stress interni ed esterni.

 

TUMORI, LA RICERCA: I SOPRAVVISSUTI INVECCHIANO PIÙ VELOCEMENTE

 

Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno analizzato un database di evidenze sui processi cellulari coinvolti nell'invecchiamento e il potenziale impatto dei trattamenti contro il cancro. Hanno così trovato una vasta gamma di effetti collaterali e complicazioni tardive che hanno implicazioni sia per i malati che per i servi sanitari. "Se l'invecchiamento precoce rappresenta un'alternativa migliore alla morte prematura, una migliore comprensione di quello che guida questo processo rappresenta un’opportunità di miglioramento", ha detto Shahrukh Hashmi, autore dello studio principale. "Riteniamo che i sopravvissuti al cancro meritino un follow-up a lungo termine per la mitigazione degli effetti tardivi", ha concluso.

Tags:
tumorituomrecancrotumore invecchiamentocancro invecchiamento
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.