A- A+
Milano
Bussolati: “Le primarie si faranno. Chi pensa il contrario venga allo scoperto”. Intervista

di Fabio Massa

Pietro Bussolati, segretario del Partito Democratico, intervistato da Affaritaliani.it risponde a chi ipotizza che non ci siano primarie a Milano: “Le primarie si faranno. Non è possibile fare il contrario”. INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Segretario Bussolati, partiamo dal fondo. Ancora oggi Repubblica scrive che potrebbero non esserci primarie a Milano. Lei lo ritiene possibile?
Non lo ritengo possibile. Ho pubblicato un decalogo che delle cose che erano e restano imprescindibili. Noto che spesso quando si fanno articoli che dicono che non si faranno le primarie non ci sono le fonti. Questo non è colpa del giornalista, ma del fatto che c’è qualcuno che si nasconde. Che lo si dica chiaramente, così dibattiamo in una situazione pubblica.

Ma se ci fosse un candidato fortissimo, autorevolissimo, paracadutato da Roma, voi sareste in grado di dire di no a Renzi?
Credo che se c’è un candidato fortissimo non serve che venga paracadutato da Roma ma può vincere le primarie a Milano.

Alcuni candidati però sono più forti alle primarie che alle elezioni…
Sì ma le primarie sono il metodo migliore per trovare il candidato e gli elettori delle primarie sanno essere responsabili. Con il tempo abbiamo imparato ad usare questo tipo di strumento.

Non si potrebbe verificare l’effetto Liguria?
Il risultato finale non dovrà essere quello della Liguria, consegnare al centrodestra Milano sarebbe un delitto.

Come è possibile che una roccaforte rossa come Corsico vi veda indietro? Che cosa bisogna fare per risalire?
A Corsico c’è stata una spaccatura nel campo del centrosinistra che va ricucita, stiamo lavorando per farlo. Dove il centrosinistra si divide ha delle difficoltà. Bisogna riconoscere i risultati anche di Masiero e lavorare perché la Ferrucci possa essere il candidato di tutti al ballottaggio.

Oggi abbiamo pubblicato la seconda rilevazione permanente sui partiti a Milano. I dati ci dicono che il Pd è il primo partito, ma che il centrodestra non è affatto morto. Anzi, sommando Forza Italia e Lega Nord si otterrebbe una coalizione davvero temibile per voi.
Mi si deve essere dato atto che dico da mesi che la partita non è chiusa. Si può vincere solo se si persegue l’unità e si lavora sui territori e sui contenuti. Tutti i passi che abbiamo fatto prima di questi elezioni sono passi che sono andati in questa direzione, il consiglio degli 11 per significare che il Pd vuole guidare il centrosinistra, e l’organizzazione dell’evento Milano Domani.

Milano Domani, ovvero… la “Leopoldina Meneghina”?
Io sono per l’autonomia ambrosiana. Vedrete un format che non si è mai visto in Italia per tipologia di invitati e modalità di confronto.

Anche a destra parlano di primarie. Più paura di un avversario scelto dalle segreterie o dal popolo del centrodestra?
Paura di nessuno ma segnalo solamente che si parla molto del centrosinistra, ma il centrosinistra ha già chiarito come vuole arrivare all’appuntamento, con primarie, con un centrosinistra allargato e ha già avviato questo percorso sui contenuti. Il centrodestra non ha ancora chiarito se il candidato lo sceglie Berlusconi in un caminetto con Salvino o se lo scelgono i loro elettori.

Ripeto la domanda: per voi cosa sarebbe più conveniente?
Per noi ovviamente un candidato scelto da un caminetto. Perché le primarie danno sempre legittimazione, perché facendole dimostrerebbero di non avere paura del proprio elettorato. Sono anni che annunciano le primarie ma non hanno mai avuto il coraggio di farle.

@FabioAMassa

Tags:
pietro bussolatipdelezioni milano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.