A- A+
Milano

L'Albero della vita, simbolo dell'Expo, si fara', almeno stando ai progetti del Padiglione Italia; quello che manca perche' l'Autorita' Anticorruzione mostri un definitivo disco verde e' "una relazione complessiva ed esaustiva su come si intende procedere e che chiarisca ruolo e competenze di tutti i soggetti coinvolti". Al termine del nuovo tavolo al quale il magistrato Raffaele Cantone si e' seduto per discutere con il commissario del Padiglione e presidente di Expo Spa, Diana Bracco, il presidente dell'Anac ha ammesso che "rispetto all'ultima volta si sono fatti dei passi avanti enormi che - ha aggiunto - devono concretizzarsi in atti. I passi avanti, nello specifico, sarebbero una manifestazione di interesse per la realizzazione dell'albero incassata dal Padiglione Italia e la previsione di un bando per quanto riguarda le forniture, le luci e gli effetti speciali. Da parte sua, Cantone vuole vedere tutto nero su bianco: "su molte cose il quadro adesso e' piu chiaro - ha detto -, ma questo quadro piu' chiaro lo vogliamo vedere per iscritto".

Tags:
cantoneexpo







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.