A- A+
Milano
Caro Renzi, su Expo è ora di passare dalle parole ai fatti
Renzi al Piccolo Teatro a Milano chiude la sua campagna elettorale

Con l’abituale efficacia, Matteo Renzi, ha lanciato il suo messaggio. “Non permettiamo alle tangenti di rubarci l’Expo. Expo, un’occasione per tornare a valori condivisi”. E allora perché dalla settimana prossima, conclusa una inutile e violenta campagna elettorale, non mobilitare la Milano per bene, con un manifesto della città che vuole e può reagire alle insidie del malaffare, della politica come espediente per farti i ….tuoi (come dice Crozza-Razzi). La Milano della ricerca, del lavoro, dei giovani. Di quelle migliaia di volontari pronti a fare da badanti ai 20 milioni di turisti ma anche di quei giovani che cercano un lavoro, perché ne hanno bisogno, o che vogliono misurarsi con un’esperienza nuova. Un manifesto delle professioni, delle categorie, delle persone per bene che, attraverso Expo, cercano il riscatto di una città. A parole, tutti dicono di Expo: è un’occasione da non perdere. Ora è arrivato il momento di dimostrarlo. Con un gesto collettivo. Perché la Milano che ha fatto grande l’Italia lo può fare.

Tags:
renziexpo







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.