A- A+
Milano
Ebola, sputa sangue in aula. Giudice lo fa ricoverare al Sacco

Tossiva e sputava sangue, aveva le convulsioni e il giudice ha deciso di farlo ricoverare all'ospedale 'Sacco' di Milano che, insieme al 'Lazzaro Spallanzani' di Roma, e' stato individuato come presidio sanitario di riferimento a livello nazionale per fronteggiare l'emergenza Ebola. Protagonista dell'episodio un ghanese senza fissa dimora imputato stamane in un processo per direttissima davanti al giudice della prima sezione penale Bruna Rizzardi, con l'accusa di furto di rame. Prima dell'udienza che lo riguardava, il ghanese era seduto nella gabbia riservata ai detenuti insieme a un'altra persona arrestata per aver partecipato al furto di rame.

L'uomo ha cominciato a sputare sangue e a dare evidenti segni di malessere, cosi' il giudice ha chiamato il 118. I soccorritori giunti sul posto avrebbero voluto portarlo al pronto soccorso di un vicino ospedale, ma il magistrato ha disposto di portarlo al 'Sacco' per accertare la presenza di una malattia infettiva, ebola, tubercolosi o un'altra patologia che possa essere pericolosa per la collettivita'. A quel punto, il giudice Rizzardi ha continuato a svolgere le udienze successive indossando dei guanti di lattice. L'Aula e' stata poi chiusa. Sulla porta e' stato affisso il cartello con la scritta 'Aula inagibile' e presumibilmente restera' chiusa finche' non verra' accertata la patologia di cui soffre il cittadino di origine ghanese.

Tags:
ebolasangue







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.