A- A+
Milano
Ospedali, intere giornate in corridoio. Emergenza pronto soccorso

Ore e ore, persino intere giornate, trascorse su barelle in corridoio. Accade sempre più spesso nei pronto soccorso milanesi. L'attesa per il ricovero è in media di 10 ore ma arriva anche fino a due giorni. I posti letto aggiuntivi concessi dal Pirellone sono finiti. E gli ospedali sono in grande difficoltà a causa del continuo sovraffollamento.

È il risultato di un’indagine della Società italiana di Medicina d’Emergenza-Urgenza (Simeu). I dati, riportati dal Corriere della Sera, sono appena stati elaborati e si riferiscono al periodo tra il 24 dicembre e il 12 gennaio. Sono stati presi in considerazione, dunque, i venti giorni più intensi dei pronto soccorso milanesi (e non solo), messi in enorme difficoltà dall’epidemia influenzale più aggressiva del solito e dai ponti festivi (con l’assenza dei medici di famiglia).

Ma secondo tutti gli operatori il problema è permanente e il sovraffollamento ospedaliero è "cronico". I motivi principali della situazione sono la numerosità dei pazienti in ingresso, i tempi lunghi dello svolgimento delle indagini e il sistema work to admit (lavoro prima di ricoverare o dimettere).  La Regione ha stanziato 2 milioni di euro per permettere agli ospedali milanesi di aumentare i posti letto in caso di necessità. Ma il bonus valeva solo per 40 giornate. Praticamente già tutte esaurite. E ora si alza già l'allarme per cosa potrà succedere a Pasqua.

Tags:
emergenzapronto soccorso







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.