A- A+
Milano
Vigili-Comune, accordo per Expo. Ma i tranvieri sono sul piede di guerra

Chiuso l'accordo con vigili e dipendenti comunali per il riconoscimento di un incentivo extra una tantum da corrispondere in ragione del maggiore lavoro derivante da Expo Milano 2015. Si chiude dunque una partita importante per il Comune di Milano che mette al riparo la manifestazione da rivendicazioni sindacali. E' di 5,5 milioni l'incentivo messo sul tavolo da Palazzo Marino che sara' relativo a tutta la popolazione aziendale, vale a dire a tutti i dipendenti, con un peso dei vigili notevole e stimato intorno al 70%, in ragione dell'effettiva presenza.

"Grande soddisfazione" e' stata espressa dall'assessore con delega al personale, Chiara Bisconti, tanto per questo accordo quanto per la chiusura anche del contratto di secondo livello dei vigili, anche questo al termine di una lunghissima e complicata trattativa. Il nuovo contratto prevede un riconoscimento della particolare funzione dei 'ghisa', delle specificita' della catena di comando e di un'indennita' di disagio perche', ha chiarito Bisconti, "fare il vigile a Milano non e' come farlo in un altro comune". "Sono soddisfatta - ha commentato - perche' si chiude un percorso lungo e articolato. E' stata un'operazione complessa che riconosce la specificita' del corpo con soluzioni anche innovative". Agli accordi manca la firma del Siulp, sindacato primario tra i vigili: "saranno loro a spiegare perche' - ha aggiunto l'assessore -, ma le loro indicazioni sono state parte integrante del percorso".

Tranvieri in rivolta contro l'accordo - Clima surriscaldato nei depositi di Atm dopo che i sindacati hanno firmato l'accordo per il lavoro straordinario nel periodo di Expo e si parla di uno sciopero di 8 ore proprio alla vigilia dell'apertura di Expo, il 28 aprile. Nelle prime assemblee i tranvieri milanesi – secondo quando siamo in grado di apprendere – hanno duramente attaccato i rappresentanti sindacali per aver sottoscritto l'intesa senza l'approvazione dei lavoratori e nelle prime votazioni l'accordo è stato bocciato. Dure le contestazioni contro "lo scippo degli straordinari" e le restrizioni per ferie e riposi. Sta nascendo insomma un'opposizione di base che mette nel mirino i sindacati, Cgil-Cisl e Uil e la direzione di Atm. E non sarebbero pochi i conducenti ha hanno deciso di stracciare la tessera confederale.

Tags:
expopolizia localecomune di milanosindacati







A2A
A2A
i blog di affari
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.