A- A+
Milano
Indagine Expo, Girelli (PD): Maroni spieghi in commissione antimafia

"Quello che è emerso dalle audizioni promosse dalla Commissione Antimafia rischia di non essere conseguente a quanto la magistratura e le autorità inquirenti stanno facendo venire alla luce", lo dice Gianantonio Girelli, consigliere regionale del Pd e presidente della Commissione speciale Antimafia del Consiglio regionale, che lo scrive anche in una lettera inviata oggi al presidente della Regione Maroni, dopo gli arresti di stamani legati all'Expo.

"Non nascondo l'imbarazzo di aver ascoltato in Commissione esponenti tecnici poi direttamente coinvolti nelle vicende giudiziarie", ammette Girelli e per questo chiede a Maroni "la disponibilità a intervenire a una nostra seduta per avere direttamente dal presidente tutte le informazioni e gli approfondimenti riguardo le preoccupanti notizie su Expo, con l'obiettivo di approfondire e conoscere le situazioni in modo corretto e non tramite la cronaca gi! ornalistica". E, aggiunge Girelli, "penso possa essere anche l'occasione per definire il ruolo che può svolgere la Commissione Antimafia nel contribuire a garantire trasparenza e correttezza nella gestione della Regione al servizio dell'istituzione, ma ancor di più delle cittadine e dei cittadini lombardi. Ora attendo una risposta dal presidente Maroni".

Tags:
expopdmaroni







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.