A- A+
Milano
Fiera Milano approva i conti 2014 e delinea le strategie per il prossimo triennio

Il Consiglio di amministrazione di Fiera Milano SpA, riunitosi sotto la presidenza di Michele Perini, ha approvato la relazione finanziaria annuale per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2014. Il progetto di bilancio verrà sottoposto all’assemblea degli azionisti che si terrà in unica convocazione il 29 aprile prossimo alle 14:30, presso l’Auditorium del quartiere espositivo a Rho. L’assemblea degli azionisti sarà chiamata a deliberare anche sulla nomina del Consiglio di Amministrazione e del suo presidente, nonché del collegio sindacale e del suo presidente.

Già approvato dal Cda a fine febbraio approvato il piano industriale 2015-2018, che prevede nell’esercizio 2015 ricavi consolidati di oltre 330 milioni di euro con un margine operativo lordo del 10%, grazie ad un calendario fieristico particolarmente favorevole per la presenza di importanti manifestazioni pluriennali e manifestazioni direttamente organizzate e alla presenza di Expo 2015.

Il piano individua tre linee strategiche. La prima direttrice di intervento è il rafforzamento delle manifestazioni proprietarie leader. Fiera Milano svilupperà e proteggerà le manifestazioni in grado di raggiungere lo status di one stop show, ovvero appuntamenti imperdibili per gli operatori di tutto il mondo, focalizzandosi su Host, la mostra internazionale dell’ospitalità professionale, Tuttofood,(alimentare) e Homi (lifestyle e interior design), che accresceranno la penetrazione nei settori merceologici rappresentati e il tasso di internazionalità di espositori e buyer. Secondo pilastro del Piano è l’ulteriore sviluppo del processo di internazionalizzazione, attraverso accordi con primari partner locali finalizzati allo sviluppo di Homi in Russia e Stati Uniti e di Host e Tuttofood in Cina. La Società punterà anche all’ulteriore crescita di theMicam (calzature di gamma medio-alta) in Cina grazie all’integrazione dell’accessorio scarpa con l’abbigliamento e allo sviluppo delle mostre possedute all’estero che presentano le più elevate potenzialità.

La terza linea d’azione riguarda i segmenti operativi collaterali al business fieristico. E’ prevista la maggiore penetrazione dei servizi di allestimento sia nel settore fieristico sia in quello congressi ed eventi, attraverso un’adeguata innovazione di prodotto; lo sviluppo dei servizi digitali di supporto alle manifestazioni, tra cui la piattaforma di matchmaking e i portali editoriali esistenti; l’ampliamento della quota di mercato dei congressi di grandi dimensioni e la ricerca di un partner qualificato in vista dell’offerta di servizi di destination management.

I dati gestionali preliminari relativi al primo bimestre del 2015 evidenziano ricavi consolidati superiori a 50 milioni di euro, in crescita di oltre il 50% rispetto al primo bimestre 2014, e un Mol di circa 7 milioni di euro, in forte crescita rispetto a -8 milioni del corrispondente periodo. Il consistente miglioramento è attribuibile principalmente alla presenza, per la prima volta, nel quartiere fieramilano delle manifestazioni Lineapelle 1° semestre, Simac Tanning-Tech e Myplant &Garden, all’anticipo di Micam primavera, Mipel primavera e Mido, oltre che al miglioramento delle manifestazioni annuali, in particolare dell’edizione di gennaio di Homi. Le controllate Nolostand e Fiera Milano Congressi si sono aggiudicate commesse per circa 7,5 milioni di euro da Expo 2015 relative all’allestimento e la gestione delle attività del Centro Congressi e dell’Auditorium di Expo 2015.

Venendo alle cifre del 2014, i ricavi consolidati sono a 245,5 milioni di euro, stabili rispetto al 2013 (245,1 milioni). L'esercizio ha beneficiato della maggiore attività congressuale e del buon andamento della domanda di spazi espositivi all’estero per la presenza delle manifestazioni biennali Fisp e Fesqua in Brasile. D’altra parte riflettono la flessione in Italia dei metri quadrati espositivi occupati, dovuta all’assenza di importanti manifestazioni biennali direttamente organizzate e alla minore domanda di spazi di alcune mostre annuali. Tale andamento è stato in parte compensato dalla presenza delle manifestazioni “biennali anno pari” quali Mostra Convegno Expocomfort e Xylexpo e dalla prima edizione a Milano di Lineapelle.

Tags:
fiera milanoenrico pazzalimichele perini







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.