A- A+
Milano
Formigoni: "I 49 milioni non li hanno sequestrati perché non li ho"

"I 49 milioni sequestrati, non li hanno sequestrati a me perche' non li ho". Roberto Formigoni, senatore di Ncd, ritorna durante una conferenza stampa convocata a Milano, sull'inchiesta Maugeri e sul suo presunto coinvolgimento. Formigoni ribadisce che quei soldi non glieli hanno potuti sequestrare perche' lui non li ha e ha poi aggiunto che "l'errore della stampa e' stato indotto dalla comunicazione ambigua fatta dagli uffici della Procura. Il sequestro semmai e' stato fatto ad una serie di soggetti: tali Maugeri, Dacco', Simone. Andranno a cercarli dove esistono, non esistono nelle mie tasche". Il senatore del Nuovo centrodestra, inoltre, ha voluto sottolineare di non aver intascato "un euro, pero' Formigoni e' corrotto, e i pm devono arrampicarsi sugli specchi e inventare che si sarebbe giovato delle presunte utilita'. Sarei una sorta di re Mida al contrario che va a fare una vacanza in una casa e questa automaticamente diventa sua, va a fare un weekend in barca, e questa diventa sua".

Tags:
formigoni







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.