A- A+
Milano
Forza Italia apre alle primarie: “Non sono un tabù”

di Fabio Massa

Luca Squeri è il coordinatore provincia di Forza Italia. Nel grande caos del partito azzurro, anche il suo ruolo, come quello di altri, era stato messo a rischio: “C’è chi ha chiesto di commissariare, ma finché Berlusconi si fida di me non c’è problema”. Poi spiega, sulla candidatura di Salvini: “Ha tutto il diritto di correre a Milano. E noi di proporre un nostro candidato. Le primarie? Non sono certo un tabù”… L’INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Coordinatore Squeri, Salvini si candida sindaco a Milano.
Salvini ha tutto il diritto di candidarsi. A me quello che preme e quello che spero è che ci sia un centrodestra unito in modo tale da rinsaldare quella che è stata l’alleanza vincente in Regione Lombardia e quindi ricomporci a Milano. Salvini ha tutti i numeri per potersi candidare, ma anche Fi ha tutti i numeri per proporre un proprio candidato.

Quindi? Come lo si seleziona, questo candidato?
Finora noi siamo stati abituati ad avere qualcuno che fa sintesi. Questo è il sistema più semplice ed efficace. Ma le primarie non sono un tabù, anche se non è un patrimonio nostro.

Salvini vorrebbe le primarie.
Ci stanno, anche se secondo me non sono vincolanti. Le primarie servono se non c’è un criterio risolutivo per scegliere in una rosa di candidati. Le primarie sono uno strumento, non il fine. Non credo che Salvini sarà l’unico candidato. In Fi sarà da ragionare nello specifico sul candidato perché adesso la priorità è consolidare l’alleanza. 

Entro quando si deve chiudere, secondo lei?
Il prima possibile, non si può andare troppo in là. Abbiamo visto anche chiusure qualche giorno prima della presentazione delle liste e vincere la competizione, ma non sarà questo il caso. Penso che entro l’estate questi giochi devono essere conclusi.

Parliamo di Ncd. I vostri ex compagni non se la passano bene…
Ncd purtroppo non ha bucato lo schermo. I loro numeri sono marginali. Detto questo, è una forza che fa parte del centrodestra quindi quando parlo di una coalizione compatta mi riferisco anche a loro. Certo è che le ultime vicende a livello nazionale non hanno aiutato Alfano e i suoi a uscirne bene. 

Il voto di Mattarella è stato… “faticoso”. Tra l’altro, si dice che pure lei abbia votato Mattarella.
Io ho seguito le indicazioni del partito. Io non voglio alimentare le polemiche. Certo è che Mattarella è una persona degna. Io penso e spero che riuscirà a ricoprire in maniera degna il compito che gli spetta. 

Cambiamo argomento. A che punto è la città metropolitana. E’ partita, ma l’operatività sembra scarsa…
Sembra proprio di sì. C’è questo aspetto preoccupante di un Pisapia che quasi sembra che se ne disinteressi pienamente. Se così fosse chi ha delega per interessarsene batta un colpo. La città metropolitana ha le stesse competenze della Provincia. Sento dire che all’interno della struttura c’è dello spaesamento rispetto a un’assenza di direttive sulle competenze importanti: le scuole, le strade, l’ambiente, tutte deleghe fondamentali per i cittadini che vanno subito riprese in mano per essere portate avanti nel migliore dei modi.

Si è parlato di un commissariamento del coordinamento provinciale da parte di Roma.
Ho sentito questa voce e sono tranquillo. Il mandato l’ho ricevuto da Berlusconi. Chiaro che nel partito c’è qualcuno che vuole prendere il mio posto, ma fino a che ho la fiducia di Berlusconi non cambia nulla.

@FabioAMassa

Tags:
forza italiaprimariemilano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.