A- A+
Milano
Girelli: "Mafia fenomeno sempre più evidente al Nord"

Gian Antonio Girelli, presidente della commissione speciale antimafia del consiglio regionale lombardo, ha commentato la vasta operazione anti-ndrangheta che ha portato nella mattinata di mercoledì 28 gennaio all'arresto di numerose persone in Calabria, Lombardia ed Emilia Romagna: “L'operazione condotta dalle Procure distrettuali Antimafia di Bologna, Catanzaro e Brescia dimostra ancora una volta il tasso di penetrazione del fenomeno mafioso nelle regioni del nord. Sempre più evidente é il collegamento tra le organizzazioni malavitose, capaci di radicare una rete su tutto il territorio nazionale. La risposta delle autorità inquirenti deve trovare il massimo sostegno da parte dello Stato in tutte le sue articolazioni. Se il Governo deve mettere a disposizioni risorse umane, strumentali e finanziarie adeguate, spetta anche all'intero mondo istituzionale saper dare una risposta all'altezza dell'emergenza in atto. Troppo spesso esponenti delle assemblee elettive, esponenti delle Istituzioni, sono coinvolti in modo più o meno diretto nei fatti delinquenziali messi in luce. È la dimostrazione di una permeabilità che la politica, intesa più che mai come governo della cosa pub blica, non può e non deve permettere. Da qui il necessario salto di qualità nei metodi di controllo e di selezione della classe dirigente. Troppo spesso si crea una situazione di opacità, di non chiarezza, che poi ci consegna episodi di assoluta gravità. Lo sforzo in atto, come l'istituzione della sezione della Dia a Brescia, deve trovare un uguale impegno da parte di tutti per contrastare in modo definitivo e netto le organizzazioni mafiose nella loro azione di infiltrazione e controllo dell’economia e della società, minando l'essenza della nostra democrazia e limitando fortemente la nostra competitività”.

Tags:
girellindrangheta







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.