A- A+
Milano


Studenti all'ultimo anno di liceo ed ex alunni usciti dalla stessa scuola dieci anni prima. Queste storie si intrecciano nel film "Gli anni e i giorni", scritto e diretto da Beppe Manzi – alla sua opera prima nel lungometraggio – e cosceneggiato da Claudio Calzana. Un film indipendente prodotto da due giovani società bergamasche  di produzione cinematografica, Oki Doki Film e Officina della Comunicazione (riunite per l'occasione nell'Associazione Officina Cultura e Territorio), in collaborazione con realtà nazionali come, tra le altre, Warner - per l'apporto musicale - e Smemoranda - come media partner.  Sarà proitettao martedì 26 marzo, ore 20, presso il Cinema Anteo a Milano. Saranno presenti il regista Beppe Manzi, il montatore Gianandrea Tintori, e i produttori (Erika Ponti e Beppe Manzi per Oki Doki Film e Nicola Salvi ed Elisabetta Sola per Officina della Comunicazione).

Le riprese hanno preso il via a settembre 2011, con l’inizio del nuovo anno scolastico, e sono terminate con la pubblicazione dei risultati degli esami di maturità, a luglio 2012. Punto di partenza il Liceo Classico “Paolo Sarpi” di Bergamo, storico liceo della città, lo stesso frequentato dal regista. Il film racconta l’ultimo anno scolastico di un gruppo di studenti che si apprestano ad affrontare la maturità e, parallelamente, le vite di alcuni ex-studenti, usciti dallo stesso liceo almeno dieci anni fa, che ora si trovano ad affrontare la realtà del lavoro e della vita di tutti i giorni, riguardando gli anni della scuola con oggettività, consapevolezza e un pizzico di malinconia.

Se gli studenti di oggi ci conducono negli spazi e nel tempo della scuola in questo delicato – per loro – momento di passaggio all’età adulta e al mondo del lavoro, gli studenti di ieri – trentenni di oggi – ricordano il proprio percorso scolastico e lo raffrontano a quello professionale e, più in generale, a quello di vita che hanno compiuto fino ad ora.

Dalle parole di studenti ed ex-studenti emergono elementi di condivisione e di costanza che ci ricordano come la condizione di “studente” ci accomuna e si ripete nel tempo: ascoltare gli studenti di ieri e di oggi può aiutare a migliorare la scuola di domani? Punto di forza del film è quindi la volontà di raccontare il mondo della scuola e l’esperienza scolastica dal punto di vista degli studenti: nel nostro Paese non si parte mai dal presupposto che la scuola oltre che un luogo - e una location cinematografica - è un tempo.

Un tempo preziosissimo che attraversa trasversalmente il momento di crescita di ogni individuo. Spiega il regista: “Il progetto di un film-documentario sulla scuola italiana nasce da un’esigenza, quella di raccontare il mondo della scuola con gli occhi di chi vive quel mondo quotidianamente e in prima persona, ovvero gli studenti. La volontà è di riportare l’attenzione su un mondo, quello scolastico, sottostimato per importanza, valori e prospettive, anche in funzione di una crescita sociale, culturale ed economica del nostro Paese. Nella scuola, infatti, c’è tutto quello che sarà il nostro Paese nei prossimi anni: gli studenti di oggi che saranno gli Italiani di domani”.

SCHEDA TECNICA

GLI ANNI e I GIORNI
Film di Beppe Manzi
Italia / 2012 / HD / colore / italiano / 90 minuti
Produzione /
ASSOCIAZIONE OFFICINA CULTURA E TERRITORIO
In collaborazione con
OKI DOKI FILM
OFFICINA DELLA COMUNICAZIONE
Soggetto /
Beppe Manzi
Sceneggiatura /
Beppe Manzi e Claudio Calzana
Montaggio /
Gianandrea Tintori e Erika Ponti
Musica/
Warner Chappell

GLl ANNI E I GIORNI banner
Tags:
gli anni e i giornifilmcinema anteobeppe manziofficina della comunicazione







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.