A- A+
Milano
Il picconatore Kabobo esce dal carcere

Adam Mada Kabobo, il ghanese che lo scorso 11 maggio ha ucciso a colpi di piccone tre persone in strada, va trasferito in un ospedale psichiatrico giudiziario perché le sue condizioni di salute sono incompatibili con il carcere. È la conclusione raggiunta dal medico legale Marco Scaglione, incaricato dal tribunale del riesame di integrare la perizia psichiatrica con la quale lo psichiatra Ambrogio Pennati e la criminologa Isabella Merzagora avevano stabilito che il ghanese potesse essere processato perchá al momento del fatto Kabobo aveva una capacità di intendere "grandemente scemata ma non totalmente assente" e una capacità di volere "sufficientemente conservata".

L'integrazione della perizia è stata depositata oggi, dopo l'istanza con cui i difensori del ghanese, gli avvocati Benedetto Ciccarone e Francesca Colasuonno, avevano chiesto al riesame il trasferimento di Kabobo in un luogo di cura, sempre in regime di custodia cautelare.

La relazione del medico sarà discussa in un'udienza fissata per il 27 gennaio. Quindi i giudici del riesame prenderanno una decisione sull'eventuale trasferimento dell'imputato per il quale il procedimento con rito abbreviato comincerà il 6 febbraio davanti al gup Manuela Scudieri.

Tags:
kabobo






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.