A- A+
Milano
Milano capitale dei videogames: qui ha sede un'azienda su quattro

Le imprese del sistema culturale allargato a fine 2014 (film, musica, libri, comunicazione, design, artigianato e rappresentazioni) in Lombardia sono circa 70 mila, un sesto del totale nazionale e sono stabili in cinque anni (+1,1%). I dati sono della Camera di commercio di Milano secondo un’elaborazione dal registro delle imprese per l’anno 2014, 2013 e 2009. Le imprese a Milano sono circa 30mila con 6miliardi di fatturato, quasi un decimo del totale nazionale e crescono del +5% in cinque anni e del +1,2% in un anno. Presentato in Triennale con Claudio De Albertis, presidente Assimpredil Ance, il libro “Nei cantieri dell’arte”, manifestazione promossa da Camera di Commercio, Assimpredil Ance, Arcidiocesi di Milano e Soprintendenza per i Beni Architettonici e del Paesaggio di Milano.

Il libro racconta le tappe del lavoro svolto e ripercorre i temi più significativi per chi opera nel settore del restauro (http://www.milanoneicantieridellarte.it/). “Con i Cantieri dell’arte Milano dimostra che investire in cultura fa bene alla nostra anima e alla nostra economia _ ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano -. Grazie a questa valorizzazione del nostro patrimonio artistico, la città è diventata più attrattiva in vista dell’imminente Esposizione Universale. Certamente la bellezza nascosta dei nostri palazzi e monumenti storici sarà un elemento decisivo per il successo di Expo in Città, il grande programma, coordinato dal Comune di Milano e dalla Camera di commercio che raccoglie e promuove tutti gli eventi che faranno parte del fuori Expo”.

Tra le province nel settore culturale allargato, ci sono 29 mila imprese a Milano, 8 mila a Brescia, 6 mila a Bergamo, 6 mila a Monza, 5 mila a Varese, 4 mila a Como. Le imprese crescono a Milano (+5% in cinque anni), Mantova(+4%), Monza (+7%). Tra i settori culturali in Lombardia, ci sono: circa duemila imprese nel settore film-video, quasi 9 mila imprese nei videogiochi, 520 imprese nella musica, quasi 8 mila imprese nei libri e stampa, oltre 5mila imprese nella comunicazione e architettura, più di 15 mila imprese nel design, 27mila imprese nell’artigianato, 4 mila imprese nell’intrattenimento e nella gestione dei luoghi di cultura. A livello nazionale la Lombardia spicca per il settore musica  (25% delle imprese), videogiochi (24% delle imprese), comunicazione e architettura (23% del totale italiano per le imprese), libri (20%), film (19% delle imprese).

Tra i settori culturali a Milano, ci sono: circa mille imprese nel settore film-video, quasi 5mila imprese nei videogiochi, 320 imprese nella musica, quasi 4 mila nei libri e stampa, oltre 3mila imprese nella comunicazione e architettura, quasi 5 mila imprese nel design, quasi 9mila imprese nell’artigianato, oltre 2 mila imprese nell’intrattenimento e nella gestione dei luoghi di cultura. A livello nazionale Milano spicca per il settore comunicazione e architettura (14%del totale italiano per le imprese), musica  (15% delle imprese), videogiochi (13% delle imprese), film (12% delle imprese).

Tags:
videogamescamera commerciomilano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.