A- A+
Milano

 

TANGENZIALEESTERNAORIZZdi Fabio Massa
 
La Provincia di Milano sta per uscire dalla partita autostradale. Quantomeno per quel che riguarda la Tangenziale Esterna, l'unica opera che sembra davvero sul punto di decollare, nel panorama delle nuove autostrade di Milano, soprattutto dopo la decisione, nel decreto Fare, di stanziare 330 milioni, e dopo che Unicredit si è resa disponibile a entrare nel pool di banche che finanziano l'opera. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, infatti, Palazzo Isimbardi scenderà ulteriormente nella sua quota di controllo su TEM Spa, la società che controlla TE, che a sua volta realizza il tronco di Tangenziale Est Esterna.
 
Una prima volta l'ente retto da Guido Podestà ha deciso di non sostenere l'aumento di capitale di 120 milioni circa, scendendo al 45 per cento attuale. Comunque rimanendo il primo socio della Spa. Nell'ultima seduta di consiglio è stato però proposto un nuovo aumento di capitale. Contraria solo Autostrade per l'Italia. Asam e Milano Serravalle avrebbero fatto mettere a verbale di essere d'accordo ma di non volerlo sottoscrivere. In questo modo, nell'assemblea di Te che deciderà di varare un nuovo aumento da 245 milioni di euro, la Provincia dovrebbe scendere ulteriormente. Prevedibilmente sotto il 20 per cento. Insomma, diventerebbe un socio molto meno forte in un'opera che attira capitali privati ma che pare non sia più sostenibile economicamente dal socio pubblico.
 
@FabioAMassa 
Tags:
temteautostradeprovincia







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.