A- A+
Milano
Lo Stato non paga i 3000 delle Province. E scoppia la bomba esuberi

di Fabio Massa

E' una vera e propria bomba sociale, quella che sta per esplodere in Lombardia. Migliaia di persone potrebbero rimanere senza lavoro. Tutto per colpa della legge Delrio che abolisce le Province. Così, paradossalmente, quello che doveva essere un provvedimento per andare incontro alle richieste dei cittadini rischia di trasformarsi in una vera e propria tragedia.

A lanciare l'allarme è stato il presidente Roberto Maroni: "La brutta novita' di ieri e' un emendamento alla legge di Stabilita', presentato dal Governo, che imporra' alle Regioni di prendersi carico del 50% del personale delle Province: questo vuol dire, per la Regione Lombardia, un altro onere aggiuntivo al bilancio di 130 milioni di euro". Il non detto, che Affaritaliani.it può riferire, è che si sta parlando di una somma compresa tra le 2500 e le 3000 persone. Ma chi copre i costi? Lo Stato non trasferisce abbastanza alla Regione, che così si trova in sofferenza.

Intanto, mentre in Lombardia scoppia la "bomba esuberi", come la chiama Garavaglia, il consiglio regionale propone di ridurre le attuali 20 Regioni a nove, accorpandole per aree omogenee attraverso una riforma: il presidente del Consiglio regionale della Lombardia. Raffaele Cattaneo (Ncd) ha ribadito la sua proposta a un convegno sulle riforma costituzionali al Pirellone. La proposta, ha spiegato ai giornalisti, "e' all'attenzione di tutti i presidenti dei Consigli regionali e di tutti i capigruppo in Lombardia" e "va nella direzione di costituire soggetti piu' simili e anche piu' adeguati alla situazione attuale". "Ma il vero punto critico - ha aggiunto Cattaneo - sono le Regioni a Statuto speciale: e' venuto il momento di metterle in discussione". Una prospettiva che, a suo giudizio, non va in contraddizione con il progetto di referendum consultivo per dare alla Lombardia proprio lo Statuto speciale, la cui discussione in commissione e' iniziata questa settimana. "Anche la proposta di referendum in Lombardia e' lo strumento adeguato per affrontare la questione", ha detto il presidente del Pirellone, perche' se devono rimanere Regioni a Statuto speciale, "allora deve essere utilizzata da chi ha dimostrato di essere in grado di saperla usare, con comportamenti virtuosi", come la Lombardia.

@FabioAMassa

Tags:
regione lombardia






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.