A- A+
Milano

Ancora una volta l'indigenza economica e la mancanza di lavoro ha scatenato la furia di uomo che questa mattina, intorno alle 05,00, dopo essersi introdotto di soppiatto nell'abitazione di due coniugi rumeni, suoi connazionali, li ha aggrediti nel sonno a colpi di accetta.

Le ragioni del folle gesto risiedono nella mancata concessione di un prestito che l'aggressore aveva richiesto ieri sera alla coppia. Le urla dei coniugi hanno svegliato i condomini di via Cassino 16 di Desio dove sono immediatamente accorse numerose pattuglie dell'Arma e le ambulanze attivate dal numero d'emergenza 112.

La scena che si è presentata ai militari ed ai soccorritori ß apparsa immediatamente grave e cruenta; le vittime presentavano vistose ferite da taglio al volto e agli arti e sul pavimento vi erano numerosissime e vistose tracce di sangue. Nonostante la gravità delle ferite i due coniugi sono riusciti a fornire indicazioni sul loro aggressore prima di essere trasportate presso il locale Pronto Soccorso.

I Carabinieri hanno rintracciato l'uomo presso la propria abitazione: si tratta di M.I. rumeno trentunenne, incensurato, che custodiva ancora l'ascia utilizzata per infliggere le ferite. Il soggetto ß stato tratto in arresto per tentato omicidio e violazione di domicilio aggravata e condotto in carcere.

Tags:
asciavicini di casa






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.