A- A+
Milano
Milano, Healthy Lungs for Life: campagna per la salute dei polmoni
Milano, Healthy Lungs for Life: campagna per la salute dei polmoni

Arriva a Milano Healthy Lungs for Life, la campagna globale di sensibilizzazione sull'importanza della salute dei polmoni

È stata presentata questa mattina, venerdì 8 settembre presso la Fondazione Feltrinelli a Milano la Healthy Lungs for Life, la campagna di sensibilizzazione globale sull'importanza della salute dei polmoni, promossa da ELF (European Lung Foundation) in collaborazione con ERS (European Respiratory Society).

Un’edizione, quella di quest’anno, che vede protagonista la città di Milano con un calendario fitto di appuntamenti, da oggi e sino a mercoledì 13 settembre, tra cui la mostra “Dentro le foreste” in collaborazione con Forestami, il test della funzionalità polmonare gratuito, una corsa e il Congresso ERS.

Inquinamento e salute dei polmoni: Milano ospita l’ERS Congress 2023

La campagna Healthy Lungs for Life si inserisce a margine del congresso dell’ERS (European Respiratory Society) – dal 9 al 13 settembre 2023 presso il MiCo di Milano – che vedrà la partecipazione di migliaia tra medici, personale sanitario e pazienti (stimati oltre 15mila partecipanti), per trattare tematiche nell’ambito della salute polmonare. Il programma offre simposi, sessioni poster, casi clinici, presentazioni orali e interviste ad esperti sull'argomento.

“L’ERS si impegna a garantire che i medici siano i maggiori sostenitori dell’aria pulita, poiché curano quotidianamente pazienti che potrebbero essere seriamente colpiti dall’impatto negativo dell’inquinamento atmosferico”, ha dichiarato Carlos Robalo Cordeiro, presidente ERS ai microfoni di Affaritaliani.it Milano.

Nel corso del Congresso saranno presentati numerosi studi, ad esempio sull’impatto che l’inquinamento ha sulle donne in gravidanza e sulla possibilità che i nascituri, crescendo, sviluppino un rischio più elevato di asma e di malattie polmonari croniche ostruttive (BPCO), nonché un sistema immunitario più fragile. Inoltre verranno presentati dati interessanti su come la presenza di verde nelle città non solo sia in grado di contrastare l’inquinamento, ma anche di ridurre l’insorgenza di malattie respiratorie nei bambini durante la fase di crescita.

Gli studi presentati a Milano indagano la correlazione tra l’insorgenza di patologie respiratorie e polmonari e l’ambiente in cui i bambini crescono, lo stile di vita, l’allattamento al seno e il fumo di sigaretta, con l’obiettivo di comprendere i meccanismi che legano l’inquinamento dell’aria alla salute dei polmoni. Ma anche una panoramica sulle sfide che le malattie polmonari rappresentano, i nuovi approcci diagnostici e terapeutici e le prospettive future. Alcuni soggetti sono più sensibili di altri e l’obiettivo è quello di stimolare una riflessione su cosa è possibile fare, coinvolgendo istituzioni, stakeholder e popolazione, per ridurre tutti questi fattori che incidono sulla salute polmonare dei cittadini.

Si stima che se i livelli limite di inquinamento atmosferico nelle città europee fossero conformati alle linee guida sulla qualità dell’aria dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, si avrebbe un beneficio in termini di qualità della vita, misurabile, in alcuni casi, in quasi 2 anni di vita in più.

Milano si trova in una delle zone più inquinate d'Europa, la Pianura Padana. La qualità dell’aria nella regione è migliorata in modo significativo nell’ultimo ventennio, ma siamo ben lontani dai valori raccomandati dall’OMS. Negli ultimi anni si sono compiuti pochi progressi ed è giunto il momento di agire in modo più radicale – ha affermato il prof. Sergio Harari, presidente del Congresso ERS -. La consapevolezza e l’impegno al miglioramento sono ora essenziali, sia dal punto di vista pubblico che politico. In qualità di presidente, insieme alla prof.ssa Bonsignore, del più grande Congresso internazionale del mondo ospitato qui a Milano, pensiamo che la campagna Healthy Lungs for Life sia una fantastica opportunità per entrare in contatto con le persone della città e della regione, per aiutarle a comprendere meglio l'importanza della salute e il ruolo che l'inquinamento atmosferico può giocare nello sviluppo di patologie polmonari”.

Politiche per un’aria più pulita: la partnership con Forestami

ERS ed ELF hanno stretto una partnership con Forestami - il progetto di forestazione urbana che sta incrementando il capitale naturale della Città metropolitana di Milano con l’obiettivo di piantare 3 milioni di alberi entro il 2030 - per lasciare un segno tangibile della presenza in città, grazie anche ad una donazione fatta dalla Società Europea al progetto.

Milano si colloca in una delle aree geografiche, la Pianura Padana, che secondo diverse indagini risulta essere tra le zone europee con l’aria più inquinata. Nonostante ciò, si registra un trend in miglioramento per Milano e l’area metropolitana, con valori di PM10 in tendenziale calo di anno in anno (Dati ARPA Lombardia, Trend 2002 - 2023 delle concentrazioni medie di PM10 in ?g/m3).

Sempre a Milano, i valori 2023, aggiornati alla fine di agosto, mostrano una concentrazione media nella stazione peggiore (30) inferiore rispetto allo stesso periodo in pieno lockdown nel 2020 (34). Anche le giornate che superano i limiti di PM10 sono diminuite: a fine agosto nella stazione peggiore sono state solo 28 contro le 54 registrate nello stesso periodo dello scorso anno.

Forestami, per la campagna Healthy Lungs for Life, porta in Piazza XXV Aprile il padiglione Dentro le Foreste (venerdì 8 e sabato 9 settembre). Una mostra immersiva, realizzata da Scuola Forestami con la direzione scientifica di Giorgio Vacchiano, che ricostruisce 3 ambienti (foresta temperata, foresta tropicale e foresta boreale) e sensibilizza, attraverso giochi interattivi e realtà aumentata, verso l’importanza della tutela del patrimonio naturale.

Un secondo padiglione è dedicato alla salute dei polmoni e all’importanza di respirare aria pulita. Qui è possibile sottoporsi gratuitamente al test di funzionalità polmonare (spirometria). L’accesso è gratuito e aperto a tutte le età: la mostra è consigliata anche ai bambini e prevede visite guidate a ciclo continuo (25 persone per visita) a cura di Associazione Idea.

“Vogliamo lasciare un messaggio importante, non solo ai professionisti che si uniscono a noi per il Congresso ma anche alla popolazione locale grazie al programma ricco di attività incentrate sull’educazione delle persone sulla salute dei polmoni ed anche allo spazio creato in collaborazione con Forestami, che coinvolge specialmente i giovani in un viaggio alla scoperta del rapporto tra la qualità dell'aria e gli impatti sull'ambiente e sul mondo animale”, dichiara il prof. Harari.

“Il progetto Forestami è nato alla fine del 2018 in risposta prima di tutto all'emergenza ambientale data dall'inquinamento dell'aria. Da allora, l'impegno di Forestami riguarda ogni giorno la progettazione, la piantagione, la manutenzione di alberi in Città Metropolitana – dichiara Maria Chiara Pastore, Direttrice Scientifica di Forestami -. Gli alberi, gli arbusti sono i migliori alleati per rendere le nostre città più vivibili, ed è ampiamente dimostrato che la strutturale presenza di alberi e arbusti ha impatto sulla salute fisica e mentale degli abitanti. La partnership con ERS (European Respiratory Society), di cui siamo felici e orgogliosi, non fa che confermarne l’importanza”.

Oms, quasi 500mila morti premature ogni anno a causa dell’inquinamento

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’esposizione all’inquinamento atmosferico è causa di quasi 500.000 morti premature in Europa ogni anno, 6 milioni in tutto il mondo, e corrisponde alla quarta causa di malattia e morte nel mondo (dopo ipertensione, fumo e malnutrizione). Si stima che a causa dell’inquinamento la popolazione europea perda mediamente quasi un anno di vita. A livello mondiale, il 4,1% degli anni persi per malattia, disabilità o morte prematura (DALYs) sono da riferire alle malattie respiratorie croniche (104 milioni), in Italia tale percentuale si attesta al 3,7% (669.000) e di questi ultimi il 75,5% sono dovuti alla Broncopneumopatia cronica ostruttiva (505.000), mentre il 15,8% all’asma bronchiale (106.000)1.

Una situazione allarmante ma ancora silente che richiede una presa di coscienza da parte delle istituzioni alle quali sono richieste scelte non più rinviabili e l’adozione di misure più stringenti in termini di riduzione dell’inquinamento e promozione di stili di vita più sani.  

Per accendere i riflettori su queste tematiche e incentivare una riflessione collettiva, è tornata la Healthy Lungs for Life. In occasione della conferenza stampa sono intervenuti anche il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, il Sindaco del Comune di Milano, Giuseppe Sala e la Sen. Roberta Toffanin, esperto del Ministro dell’Ambiente e Sicurezza Energetica.Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia, ha dichiarato: “Regione Lombardia si è espressa sul tema della sostenibilità, con scelte che non cedessero all’ideologia green e fossero – tuttavia – rispettose della salute umana e del nostro tessuto economico.

Negli ultimi 15 anni i risultati ottenuti nella nostra regione, grazie alle politiche attuate sono rilevanti: le concentrazioni di inquinanti si sono ridotte del 39% annuo per il PM10, del 40% per il PM2.5 e del 45% per il NO2. Non solo, l’Istituto dei Tumori di Milano è coordinatore di un primo programma nazionale della Rete Italiana Screening Polmonare (RISP) di screening gratuito per la diagnosi precoce del tumore al polmone il cui obiettivo è quello di raggiungere una diagnosi precoce, del quale fa parte anche l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Infine crediamo fortemente in una sanità più partecipativa tanto che fiore all’occhiello della legge di riforma del sistema sanitario lombardo è il coinvolgimento delle associazioni di pazienti nella programmazione della sanità”.

Giuseppe Sala, Sindaco Comune di Milano e vicepresidente di C40, ha incalzato: “Oggi la grande sfida di Milano è migliorare la qualità dell'aria che si respira in città, per migliorare la salute e la vita dei cittadini: da un recente sondaggio commissionato da C40 emerge che questo è un tema che preoccupa i milanesi. Gli studi e la campagna di sensibilizzazione portati avanti da ERS e ELF hanno l'obiettivo di spiegare quale sia l'impatto sociale, sanitario, ma anche economico, dei danni provocati dall'aria cattiva e come questi possano essere prevenuti. Milano si è dotata di un regolamento dell'Aria e ha avviato una serie di politiche volte a ridurre le emissioni dannose, consapevole della sua collocazione geografica non favorevole al ricambio d'aria. Anche per questo abbiamo lavorato con le altre città europee affinché le aree svantaggiate dal punto di vista orografico e meteoclimatico, come la Pianura Padana, possano ottenere finanziamenti per interventi che abbiano una migliore qualità dell'aria come principale finalità”.

“Il governo è impegnato ad affrontare in modo efficace, senza ideologie, il cambiamento climatico e il suo impatto sul territorio” ha affermato la Sen. Roberta Toffanin, esperto del Ministero dell’Ambiente e Sicurezza Energetica. “Gli obiettivi di decarbonizzazione al 2030 e al 2050 si possono raggiungere solo con azioni complesse e integrate, coniugando gli obiettivi ambientali-climatici con quelli di crescita economica. In questa prospettiva, abbiamo inviato alla Commissione europea la proposta di aggiornamento del Piano Nazionale Integrato Energia e Clima, che delinea la strategia italiana per una transizione delle infrastrutture energetiche concreta, sostenibile e realizzabile”.

“L’inquinamento, il cambiamento climatico e lo sviluppo sostenibile dovrebbero essere punti prioritari nell’agenda di tutti. Abbiamo scelto di mettere questi argomenti sotto i riflettori del congresso ERS di quest'anno per aumentare l'interesse per le questioni ambientali in Italia e in Europa, non solo per la comunità scientifica ma anche per i cittadini”, ha aggiunto la prof.ssa Marisa Bonsignore, presidente del Congresso ERS.

Sensibilizzando l’opinione pubblica, coinvolgendo i decisori e presentando ricerche, studi e dati, ELF ed ERS mirano a raccogliere sostegno per le politiche che promuovono l’aria pulita, con particolare attenzione alla Direttiva UE sulla qualità dell’aria che sarà votata al Parlamento Europeo nei prossimi giorni (il 13 settembre), e sostenere pienamente le linee guida sui valori limite indicati dall’OMS in materia di aria pulita, proposta adottata dalla Commissione parlamentare europea per l’ambiente a giugno 2020.

Dovremmo tutti preoccuparci dell’aria che respiriamo e lavorare insieme per cambiare le nostre abitudini, ma anche sostenere i nostri politici che promuovono politiche per proteggere la salute dei polmoni – ha dichiarato la prof.ssa Barbara Hoffman, ERS Advocacy Chair, University of Dusseldorf –. Il costo dell’inazione è immenso: ogni anno l’Europa deve far fronte a perdite per miliardi di euro dovute ai costi sanitari e alle assenze dal lavoro per malattie legate all’inquinamento atmosferico. Le linee guida dell’OMS sulla qualità dell’aria dovrebbero dunque essere lo standard verso il quale lavorare tutti”.

Una call to action per Milano e la Lombardia

Un’aria più pulita è un obiettivo che si raggiunge con politiche territoriali mirate, ma anche con piccole scelte quotidiane consapevoli e con una cultura del benessere condivisa.

Quest’anno il focus della campagna è sulla correlazione tra la qualità dell’aria e la salute dei polmoni ed anche sul perché sia importante respirare aria pulita. L’appuntamento è tra l’8 e il 13 settembre a Milano con una serie di eventi, progetti e attività per coinvolgere la cittadinanza, promuovere la cultura e le buone pratiche per mantenere i polmoni sani e ridurre l’incidenza di malattie polmonari che colpiscono le persone in tutto il mondo.

“In qualità di paziente asmatico e presidente della European Lung Foundation, incoraggio tutti a partecipare ai nostri eventi, a saperne di più sulla salute dei propri polmoni e ad unirsi alla lotta affinché tutti respirino aria pulita”, è l’invito rivolto da Kjeld Hansen, presidente ELF.

Healthy Lungs for Life a Milano | Appuntamenti gratuiti e aperti al pubblico   

• Padiglione “Dentro le Foreste” e spirometria gratuita - 8 e 9 settembre

Orari di apertura: venerdì 8 dalle 12:00 alle 19:00 e sabato 9 dalle 9:00 alle 17:00

Piazza XXV Aprile, Milano

    • Take The Active Option in Milan - 12 settembre, ore 7:00

Appuntamento per una passeggiata o una corsa di benessere all’interno del parco di CityLife.

Per registrarsi e per MAGGIORI INFORMAZIONI QUI

Registrazione presso Velodromo Vigorelli alle ore 6:00 e partenza da piazza Tre Torri alle ore 7:00

    • Workshop “Building support for clean air policies: empowering the respiratory community to advocate for clean air locally, nationally and internationally”

- 13 settembre, dalle ore 10:00 alle 12:55(“Costruire il supporto per le politiche sull’aria pulita: consentire alla comunità respiratoria di sostenere la causa dell’aria pulita a livello locale, nazionale e internazionale”)Incontro aperto a tutti, in particolare a professionisti, organizzazioni sanitarie e organizzazioni non governative locali, con un focus sul coinvolgimento della comunità e del pubblico sull’importanza di respirare un’aria pulita.

Per registrarsi QUI

Maggiori informazioni: ERS International Congress 2023 - Wednesday special session Building support for clean air policies: empowering the respiratory community to advocate for clean air locally, nationally and internationally (ersnet.org)Il workshop sarà in inglese ma c’è la disponibilità di interprete in italiano.

Allianz MiCo, Gate 2, Viale Eginardo, 20149 Milano   

Iscriviti alla newsletter
Tags:
healthy lungs for lifemilano







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.