A- A+
Milano
tunnel monza

E' stato inaugurato questa mattina e sara' aperto al traffico da domani il tunnel di Monza, lungo la statale "del Lago di Como e dello Spluga". La galleria, lunga 1.805 km consentira' di separare il traffico urbano da quello lungo la statale ed e' costato 75 milioni di euro, e' invece di 330 milioni l'investimento complessivo dell'opera, cofinanziato da Regione, Provincia di Milano, Comune di Monza, Comune di Cinisello, Alsi Spa, Autostrada Milano Serravalle e Milano Tangenziali Spa. All'inaugurazione, tra gli altri, il presidente della Regione Roberto Maroni, il presidente del Consiglio Regionale ed ex assessore regionale alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo, l'attuale assessore Maurizio Del Tenno, i presidenti delle province di Milano e di Monza e Brianza, Guido Podesta' e Dario Allevi, il sindaco di Monza Roberto Scanagatti e l'amministratore unico di Anas Pietro Ciucci.

PASSERA - "Voglio testimoniare tutta la mia soddisfazione per l'apertura al traffico della galleria di Monza, un'infrastruttura complessa che rappresenta il principale intervento di connessione tra la Strada Statale 36 e il sistema autostradale di Milano - nei Comuni di Monza e Cinisello Balsamo - potenziandone sensibilmente i collegamenti, e migliorando la qualità della vita per centinaia di migliaia di cittadini e imprese". Coså il ministro dello Sviluppo economico, Infrastrutture e Trasporti, Corrado Passera, in una lettera alle autorità locali in occasione dell'apertura del tunnel di viale Lombardia. "Grazie alla galleria, verranno drasticamente ridotti i tempi di percorrenza e l'inquinamento acustico e ambientale - causati da picchi di circa 70.000/100.000 veicoli al giorno - che da oggi non transiteranno più in superficie, nonchá - soprattutto - potranno scorrere più agevolmente e velocemente. La nuova sistemazione di viale Lombardia - prosegue - migliora sensibilmente la logistica e la vivibilità del tessuto urbano, grazie anche ai nuovi sottopassi e ai nuovi svincoli. Con la realizzazione in superficie di piste ciclabili e di verde, si crea inoltre un'idea di "strada-parco" di moderna concezione ambientale. Nonostante le difficoltà incontrate nella lunga fase di progettazione e lavorazione, Anas è riuscita a mantenere l'impegno - assunto due anni fa dal suo Amministratore Unico dott. Ciucci - della messa in esercizio di questo tunnel urbano entro la fine di marzo 2013. Grazie alla collaborazione tra istituzioni nazionali e regionali e all'impegno di tutti -progettisti, tecnici, operai - è stato possibile rendere disponibile ai cittadini una nuova opera che si aggiunge ad una serie di infrastrutture realizzate e in corso di realizzazione in Lombardia, una regione fondamentale per il rilancio del nostro Paese. Auspico, quindi, che anche il termine dell'intero intervento in corso di esecuzione tra Monza e Cinisello, previsto per il prossimo novembre, sia mantenuto dall'Anas come da cronoprogramma, e in questo senso continuerò a fare la mia parte. Nel corso di questi 16 mesi di legislatura ci siamo molto impegnati sul fronte delle Infrastrutture strategiche: abbiamo finanziato e sbloccato opere per circa 45 miliardi di euro e abbiamo avviato un importante processo di semplificazione e accelerazione delle procedure burocratiche per la realizzazione delle infrastrutture. In questo periodo coså difficile che l'Italia e l'Europa stanno attraversando, la messa in esercizio di nuove opere e l'apertura di nuovi cantieri rappresentano uno strumento fondamentale per mantenere e creare posti di lavoro e per migliorare strutturalmente la competitività dei nostri territori e quindi la loro capacità di crescere. Oggi, con l'apertura della galleria di Monza facciamo un altro significativo passo in avanti nella costruzione di un Paese dotato di infrastrutture moderne, sostenibili ed efficienti".

CATTANEO - "Con l'apertura di questo tunnel viene consegnata al territorio un'opera attesa da anni che permetterà il miglioramento della viabilità a nord di Milano". Lo ha affermato il Presidente del Consiglio Regionale Raffaele Cattaneo, ex Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, che questa mattina ha partecipato all'inaugurazione della nuova Galleria di Monza sulla SS36. "Questo cantiere -ha proseguito Cattaneo- ha avuto una storia complessa, anche a seguito del rilevamento di interferenze impreviste e non censite sotto la superficie stradale, che hanno richiesto cospicue lavorazioni e perizie di variante. In questi anni, grazie alla collaborazione proficua tra Regione Lombardia, Anas ed Enti Locali le criticità sono state superate e oggi l'opera è finalmente aperta al traffico". "L'inaugurazione di oggi -ha aggiunto il presidente dell'Assemblea lombarda- rappresenta un ponte ideale tra chi in passato ha voluto e avviato questi cantieri e la nuova Giunta che ora ne raccoglie l'eredità e che sono certo saprà continuare con altrettanti risultati il lavoro avviato per dotare la Lombardia delle infrastrutture necessarie. Sarà mia cura -ha concluso Raffaele Cattaneo- far så che il Consiglio Regionale possa esercitare al meglio la sua funzione statutaria d'impulso, indirizzo e controllo per opere coså importanti per il futuro della Lombardia".

MARONI - "Condividiamo l'iniziativa del presidente della Repubblica e soprattutto il termine che ha posto, di 8-10 giorni" per svolgere il compito a loro assegnato. Lo ha detto il presidente della Regione Roberto Maroni commentando l'incarico dato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ai "saggi" chiamati a lavorare in tempi brevi su priorita' istituzionali. Vedo tanti distinguo e tante incertezze dei partiti - ha proseguito Maroni a margine dell'inaugurazione del tunnel di Monza - questo e' un momento in cui i partiti devono riprendere la 'P' maiuscola. La sfiducia si combatte in un solo modo, governando e dando risposte concrete. In Lombardia lo stiamo facendo, speriamo che Roma riesca a darsi un governo, altrimenti rimane nella palude".

CIUCCI - È stata aperta oggi al traffico la galleria artificiale di Monza che con i suoi 1.805 metri è tra i tunnel urbani più lunghi d'Italia e d'Europa. La galleria, realizzata nell'ambito dei lavori di connessione tra la strada statale 36 e il sistema autostradale di Milano, spiega Anas, attraversa la città di Monza, convogliando al di sotto dell'attuale statale il traffico di lunga percorrenza, e liberando la zona superficiale, ovvero il viale Lombardia, che - interamente riqualificato - resterà a disposizione del traffico locale. "L'avevamo promesso - ha affermato l'Amministratore Unico di Anas, Pietro Ciucci - durante l'incontro istituzionale del marzo 2011; lo abbiamo confermato lo scorso 15 dicembre in occasione dell'Open-day e oggi la nuova opera è al servizio del territorio con 8 mesi di anticipo rispetto alla scadenza contrattuale: il 3 aprile 2013 è davvero una data che rimarrà nella memoria, perchá il tunnel di Monza costituisce una vera e propria rivoluzione nell'intero sistema infrastrutturale lombardo e, in particolare, della Brianza". L'inquinamento acustico ed ambientale prodotto dai circa 70.000/100.000 veicoli al giorno che ad oggi percorrono la strada statale 36 lungo il viale Lombardia viene drasticamente ridotto grazie all'utilizzo della nuova galleria. "Guardando il sistema infrastrutturale connesso alla statale 36 in una prospettiva più ampia - ha proseguito Ciucci -, l'Anas ha potenziato in maniera significativa la viabilità statale a sud, verso Milano e quella autostradale a nord, verso la Valtellina, la Valchiavenna ed il confine con la Svizzera. La galleria - ha sottolineato Pietro Ciucci - è dotata dei più moderni ed avanzati sistemi di sicurezza, che ne fanno un vero e proprio fiore all'occhiello del territorio, dal punto di vista tecnologico e funzionale". Sono state realizzate, infatti, 13 piazzole di sosta alle quali sono collegate le uscite di emergenza pedonali, 2 centrali di filtraggio dell'aria, 2 impianti di raccolta e smaltimento dell'acqua e dei liquidi di sversamento ed una vasca di accumulo acqua per l'impianto antincendio. Corredano le dotazioni impiantistiche l'illuminazione ordinaria, di sicurezza e di emergenza, gli impianti di comunicazione (trasmissione radio, SOS, comunicazione telefonica), gli impianti di rilevazione e gestione incendio (rete antincendio, estintori, erogazione idrica, idranti) e quelli di gestione del traffico (segnali luminosi, comando, controllo, automazione, trasmissione dati) oltre a quelli di ventilazione. L'intero sistema impiantistico - spiega ancora Anas - fa convergere i dati nella Sala Operativa Compartimentale e, all'occorrenza, nella Sala Operativa Nazionale. Le pareti della galleria sono rivestite con pannelli tinteggiati con vernice speciale, ad alta riflessione della luce ed i primi 50 metri, in prossimità degli imbocchi, sono asfaltati con pavimentazione di tipo drenante e protetti di pannelli fonoassorbenti. La galleria ha una sezione stradale con due carreggiate separate, una per ogni senso di marcia, ciascuna composta da una corsia di marcia di 3,50 metri, due corsie di marcia di 3,75 metri, una banchina laterale destra di 0,90 metri ed una banchina laterale sinistra di 0,50 metri, per una larghezza complessiva della piattaforma stradale di 12,40 metri per ciascuna carreggiata. Nell'ambito dello stesso appalto sono state già aperte al traffico, dal 2009 ad oggi, altre importanti opere: nel dettaglio, nell'aprile del 2009 è stata aperta al traffico la bretella di Muggiò di raccordo con l'autostrada A52; nell'ottobre del 2011 è stato aperto al traffico il nuovo svincolo di Cinisello Balsamo, che connette la viabilità ordinaria con l'Autostrada A4; nel luglio del 2012, è stato completato l'ammodernamento della Statale 36 in corrispondenza di Viale Brianza, per oltre 1.200 metri, con 3 corsie per senso di marcia, contro strade e corsie di svincolo per l'A52. Per giungere al risultato che oggi è sotto gli occhi di tutti, è stato necessario rimuovere e ricostruire un gran numero di interferenze, tra le quali anche 5 km di collettori fognari di grande diametro (l'Alto Lambro, di 2.600 metri, Monza-Desio e Monza-Muggiò di 450 metri complessivi e Collettore "C" di 866 metri). E' stato altreså necessario bonificare oltre 25.700 metri cubi di terre e di materiali di risulta dalla demolizione dei collettori dismessi. Il valore dell'investimento per la realizzazione dell'intero intervento di realizzazione della connessione tra la SS36 e il sistema autostradale di Milano nei Comuni di Monza e Cinisello Balsamo è pari a circa 330 milioni di euro, dei quali oltre 100 milioni di euro per la galleria di Monza. "La gestione e la rimozione delle interferenze - ha evidenziato l'Amministratore Unico di Anas, Ciucci - sono state un onere gravoso sia dal punto di vista organizzativo che finanziario. La dismissione e la ricostruzione dei soli sottoservizi interferiti, infatti, ha comportato una spesa che ha superato i 70 milioni di euro". Le prossime tappe per la conclusione dell'intero appalto sono: l'apertura al traffico del sottovia De Vizzi prevista per giugno 2013 e la sistemazione superficiale del Viale Lombardia, la cui ultimazione è fissata a novembre di quest'anno. L'opera è stata finanziata oltre che dall'Anas, dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Milano, dal Comune di Monza, dal Consorzio Alto Lambro di Monza ora ALSI S.p.A, e dall'Autostrada Milano Serravalle - Milano Tangenziali S.p.A.. Il Comune di Cinisello, infine, ha contribuito con la quota di 2 milioni di euro, anche attraverso la realizzazione di opere a stralcio del lotto funzionale. "Quando si apre al traffico un'opera importante come questa - ha concluso Pietro Ciucci - è doveroso ringraziare tutti gli uomini e le donne delle istituzioni, di Anas e dell'impresa esecutrice che, nelle diverse forme, hanno dato il loro contributo per il risultato conseguito oggi, ma un ringraziamento, forse ancora più speciale, va ai cittadini - in particolare a quelli che hanno fatto parte dei Comitati per la galleria di Monza -, che hanno monitorato costantemente i lavori con passione e attenzione e sopportato con pazienza i disagi inevitabilmente connessi al cantiere di un'infrastruttura coså rilevante".

Tags:
monza







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.