A- A+
Milano

In tempi di crisi pagare l'affitto non è facile per nessuno. Ma in questo caso il padrone di casa ha  proprio esaurito la pazienza. La sua inquilina era morosa da febbraio e così l'anziano padrone di casa ha deciso di 'segregare' nell'abitazione la donna.

E' accaduto a Milano, in un appartamento al pian terreno in un condominio di via Valle Anzasca, zona Baggio. Protagonisti di questa storia sono Claudia, ucraina di 52 anni, da tempo in difficoltà economica e Salvatore, italiano 84enne in pensione. A chiamare la polizia è stata la signora. Secondo il suo racconto, l'uomo già nei giorni scorsi aveva danneggiato la serratura dall'esterno, lasciandola rinchiusa dentro, ma lei aveva continuato ad usufruire della casa usando la finestra della camera da letto per entrare e uscire.

​ Lunedì l'epilogo: l'anziano si presenta nella sua proprietà con martello, viti e tasselli in mano. La donna è dentro e lui, incurante, inizia a sigillare le tapparelle ad una per una. A quel punto la 52enne chiama la polizia e scappa dall'ultima finestra rimasta aperta. Mentre discutono animatamente nel pianerottolo arrivano gli agenti. La donna racconta la sua storia e l'anziano si difende raccontando la morosità infinita dell'inquilina: "Da febbraio non paga. Abbiamo pure trovato un accordo ma per gli ultimi tre mesi mi deve ancora dare 800 euro". Sentite le parti, l'84enne sarà indagato per esercizio arbitra

Tags:
affittosequestropadrone







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.