A- A+
Milano

 

di Fabio Massa
 
Mediazioni fallite. Dopo una giornata lunga e faticosa, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, per i dirigenti del Partito democratico milanese, alla fine nessun frutto hanno portato le complicate trattative per evitare di andare al congresso provinciale in modo frammentario, con quattro candidati (uno per area) che prevedibilmente non supereranno il 18-23 per cento l'uno. Ben lontani, quindi rispetto al quel 50 per cento che avrebbe garantito il passaggio al primo turno e anche e soprattutto una maggior legittimazione del segretario eletto. A questo punto correranno Arianna Censi per Area Democratica, Arianna Cavicchioli per Primavera Democratica, Pietro Bussolati per i renziani, David Gentili per i civatiani e i cuperliani. Ovviamente i giochi non sono chiusi, perché il limite per ritirarsi scade a metà di settimana prossima. Ma intanto questa sera sono state presentate le firme per le candidature. 
 
Secondo la ricostruzione di Affaritaliani.it, tutto verteva intorno ad Area Democratica. Ieri, a Roma, si era tenuto un incontro con i vertici. Da una parte Franco Mirabelli, per Area Dem, dall'altra Lorenzo Guerini, per i renziani. Più altri esponenti nazionali. Guerini avrebbe chiesto a Mirabelli di ritirare il nome di Arianna Censi, e di proporne un altro. Alla fine di ore di riunione la quadra non era stata trovata, ma un'intesa di massima sì: renziani e franceschiniani avrebbero corso insieme. Invece, oggi è cambiato tutto, e tutti hanno scelto di correre divisi. Alla fine, Mirabelli commenta con Affari: "Non abbiamo fatto pasticci. Condivideremo le scelte con i renziani in assemblea". Insomma, ci si ritrova a trattare, ma a voto avvenuto. Intanto parte la conta, che sarà un vero e proprio stillicidio per un Pd che pare sempre scegliere la via per contare di meno.
 
Ma chi sono i candidati? Il renziano Pietro Bussolati è un giovane promettente, già candidato alle ultime due tornate per le Regionali, primo dei non eletti l'ultima volta. Grande consenso per lui e grande "vision" per un Pd giovane. Arianna Censi è un ex sindaco, amministratore stimato sul territorio, sostenuto da Area Dem ma che punta ad allargare il campo il più possibile. Arianna Cavicchioli, per Primavera Democratica, è un ex consigliere regionale molto conosciuto nel nord e nel sud Milano, e ha il sostegno del gruppo di Matteo Mauri. Infine, David Gentili, consigliere comunale, è una candidatura che nasce da Milano (più che dalla Provincia) e vorrebbe cercare un'unità tra civatiani e cuperliani. Tra i suoi sostenitori c'è il segretario provinciale uscente Roberto Cornelli.
 
@FabioAMassa
Tags:
pd milano






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.