A- A+
Milano

Il presidente della Provincia, Guido Podestà, e sindaci di Arese, Baranzate, Cesate, Cornaredo, Garbagnate Milanese, Lainate, Limbiate, Pogliano Milanese, Pero, Pregnana, Rho, Senago, Settimo Milanese, Solaro e Vanzago hanno sottoscritto, questa mattina, nella Sala Giunta di Palazzo Isimbardi, il protocollo d’intesa per la costituzione dell’"Agenzia metropolitana per la Formazione, l’Orientamento e il Lavoro".
Il progetto di fusione di Afol "Milano" e Afol "Nord-Ovest" è stata illustrato, nell’occasione, dall’ex ministro Tiziano Treu. Quest’ultimo ha lodato l’incorporazione delle due realtà tesa a rafforzare la partnership tra i Comuni e a favorire una politica unitaria sul tema dell’occupazione. L’obiettivo del piano, presentato da Podestà al Consiglio provinciale il 18 luglio scorso, prevede la creazione di un soggetto unico capace di fornire servizi centralizzati ai cittadini e alle imprese. Si tratta di un’iniziativa che va inquadrata nell’ottica della semplificazione delle strutture locali. Lo scopo è, infatti, quello di rendere efficienti gli uffici del territorio attraverso il loro accorpamento. L’iniziativa recepisce, del resto, le indicazioni contenute nella "Spending review" 2012. Il consiglio di amministrazione di "Afol metropolitana" sarà composto da un numero massimo di cinque membri, nel rispetto delle previsioni di legge in materia.
"Abbiamo centrato, con il consenso delle forze politiche, uno degli obiettivi strategici fissati dall’Amministrazione in vista della nascita della Città metropolitana e delle opportunità legate a Expo 2015 – ha dichiarato il presidente Podestà -. La scelta di dar vita a un soggetto unico sul tema del lavoro e della formazione professionale, oltre a migliorare l’erogazione dei servizi, garantirà, infatti, la formulazione di politiche unitarie. I dati 2012 riferiti alle due agenzie parlano chiaro: 36.274 acquisizioni di domande lavoro; 12.341 pratiche di iscrizione alle liste di mobilità; 2.002 tirocini formativi e di orientamento attivati; quasi 6.000 colloqui di primo livello e specialistici effettuati. Da oggi, incrementeremo, così, le nostre azioni volte al contrasto alla disoccupazione, alla possibilità di fornire nuove prospettive alle categorie deboli e, infine, alla necessità di implementare le iniziative promosse negli ultimi anni. Penso a “Emergo” (747 pratiche), a “Dote” (1.261 pratiche), a “Ricollocami” (682 pratiche) e a “Talenti@work” (389 pratiche). Auspichiamo che in breve tempo possano confluire le altre agenzie sparse nel Milanese. Desideriamo generare insieme un ente strumentale per condividere gli interventi utili al rilancio dell’occupazione".

Tags:
afol







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.